Se resta Totti, Spalletti fa le valigie? Spunta la Nazionale

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui
Luciano Spalletti ha parlato di Totti e di domani: “l’Empoli sarà un avversario difficilissimo”
Roma è nel pieno della bagarre Spalletti-Totti: critiche, accuse e recriminazioni piovono sul tecnico toscano. Messo in croce da una città per la gestione di un quarantenne che non ha proprio voglia di andare in pensione. La presidenza giallorossa confida nell’allenatore toscano, è soddisfatta dal rendimento degli ultimi mesi e crede nel suo lavoro. Il problema è che l’ambiente romano non è mai di facile gestione: in un secondo passi da lodi sperticate a critiche ingiuste e beffarde. Questo è successo a Spalletti.
La società lo riconfermerà ma se gli americani decidessero di rinnovare il contratto a Francesco Totti, simbolo del dissidio tra la città e l’allenatore, come reagirà il buon Luciano?
In questo senso, la Nazionale potrebbe essere un’ottima via d’uscita per l’ex Zenit. Dopo appena sei mesi dal suo ritorno a Roma, l’ipotesi di un addio potrebbe realizzarsi davvero, a scriverlo è Il Messaggero, quotidiano ben informato sulle dinamiche della Capitale.
L’incertezza sul successore di Conte alimenta le voci su Spalletti, onestamente i papabili non sono molti. Guidolin in netto vantaggio, De Biasi e Di Biagio a seguire, Capello e Ventura gli outsider più credibili: non c’è tutta questa concorrenza insomma. Luciano Spalletti sarebbe il nome più adatto per gli azzurri: un tecnico di spessore e di esperienza, relativamente giovane e con tanta voglia di fare. Perchè no, quindi.

Attualmente ha firmato un contratto valido fino a giugno 2017 a tre milioni di euro a stagione, ma la Federazione potrebbe trovare un accordo con la società giallorossa per liberarlo. Dipende tutto dal diretto interessato e da Pallotta.
Quest’ultimo si trova davanti a un bivio: il rinnovo di Totti o stare con l’allenatore e continuare insieme come da contratto, decisione certo non così semplice. E’ chiaro ormai che le due cose sono incompatibili e in caso di prolungamento col capitano giallorosso, sarà lo stesso tecnico a salutare tutti: una stagione di polemiche, tormentoni e critiche non pare davvero sostenibile.
Spalletti lo sa bene, per questo vuole rompere col numero dieci della Roma. La Nazionale fa gola, in fondo i prossimi Mondiali sono tra un biennio e Totti di anni ne avrà già 42, Luciano può star tranquillo…

Leggi anche:  Una grande Italia si qualifica agli ottavi di finale
  •   
  •  
  •  
  •