Scroll to Top

Serie A, il Torino espugna Bologna, il Carpi dilaga contro il Genoa

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

belotti

Alza la cresta il “Gallo” all’ultimo respiro. Già, proprio Belotti si è rivelato l’uomo partita di Bologna-Torino, decisa da un rigore negli ultimi minuti del granata. Le occasioni erano state poche per entrambe le squadre durante tutto l’arco della partita, prima con Martinez al 3′ con un tiro forte che però non coglie impreparato Mirante, poi nel secondo tempo palo di Giaccherini.

CARPI-GENOA – Non c’è stata storia nel secondo anticipo di giornata dopo che il Grifone era andato in vantaggio grazie al primo tiro nello specchio della porta da parte di Pavoletti, facilitato dal fantastico assist al 34′ di Dzemaili. Da segnalare anche l’espulsioni di Izzo a inizio secondo tempo, e la mancata rete di Cerci al 47′.

Ma le espulsioni non sono finite qui: i 5 minuti di recupero concessi da Rizzoli hanno fatto infuriare Gasperini, che a fine partita parlando della sua espulsione intervistato da Premium Sport ha dichiarato: “Probabilmente sono state riviste le immagini e allora sono stato richiamato. Forse mi ero lamentato prima sull’episodio di Izzo, poi però è finita lì. Non sono successe altre cose durante l’intervallo. Ci sono state delle immagini che hanno detto che il mio comportamento non era stato consono e allora sono stato mandato via.”

Infine sul suo futuro: “Ho già detto chiaramente qual è il mio pensiero a riguardo. Non voglio esprimermi nuovamente sullo stesso tema”. 

 
Dichiarazioni Bologna-Torino:

Belotti: ““Il rigore era netto, ho sentito un colpo forte alla caviglia. E’ stato bravo l’arbitro a fischiarlo. Nel primo tempo abbiamo giocato bene, poi nella ripresa siamo entrati contratti e impauriti. Poi, nel finale, siamo usciti e abbiamo conquistato una grande vittoria. Sono contento di arrivare alla doppia cifra, voglio fare più goal possibili”.

Ventura: ““Abbiamo avuto pazienza e maturità, vincendo la partita nel momento giusto e interpretando bene la partita nel finale, con una grande occasione e poi il rigore. Belotti? E’ vero che per segnare 20 gol devi giocare in una grande squadra. Intanto anche lui, come Immobile, Cerci e Quagliarella prima di lui, ha fatto il suo record di gol nel Torino. E’ un ragazzo che ha voglia di crescere e imparare ulteriormente, penso sia sulla strada giusta”.

Roberto Donadoni: “Partita difficile dal punto di vista tattico, ma lo sapevamo. A livello individuale abbiamo sbagliato tanto, è ovvio che arrivati al 92 esimo minuto non si può prendere un rigore in quel modo, occorre più cattiveria, magari prendere un cartellino giallo in modo da mantenere il risultato sullo zero a zero. Il Torino fino a quel momento aveva superato la nostra metà campo quattro o cinque volte. Come sempre pecchiamo in esperienza. Queste sconfitte insegnano, ma allo stesso tempo lasciano tanta amarezza. Peccato, ma toccherà a noi rimediare già da martedì sera contro il Napoli. Destro? Mattia è un giocatore importante per noi, se oggi non era in campo non è stato per demerito suo, ma solo a causa di un infortunio che lo sta tenendo fuori ormai da tempo, ce la sta mettendo tutta per tornare protagonista”.

Chiude questa giornata di Serie A Inter-Napoli, in campo adesso

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile