Serie B, Cagliari e Crotone preparano la festa

Pubblicato il autore: Nello Simonetti Segui

 

cagliariPotrebbe essere la gran giornata di Cagliari e Crotone, ma, di sicuro, sarà una giornata importante soprattutto in relazione ai tanti fronti ancora aperti di questo interessantissimo campionato di Serie B. Per Cagliari e Crotone infatti, si tratta semplicemente di ufficializzare ciò che è già stato ampiamente acquisito nel corso di un’annata trionfale, per le altre tutto, o quasi, è ancora da stabilire. A cominciare dalla griglia play off, interamente da definire, vista la brevissima distanza esistente tra tutte le contendenti. L’altissima velocità imposta da Cagliari e Crotone ha tolto interesse quasi subito alla volata per la promozione diretta, rendendo così molto interessante quella, non trascurabile, legata alla conquista di una posizione favorevole al termine della regoular season. Al momento è il Bari ad occupare l’ambita terza piazza alle spalle della coppia regina. I galletti, domani pomeriggio, ospitano un Modena pienamente impelagato nella lotta per non retrocedere. Gli emiliani, passati da Crespo a Bergodi, hanno ottenuto, nel turno infrasettimanale, una vittoria di vitale importanza ai danni del Perugia e contano sulla ritrovata vena realizzativa di Pablo Granoche, autore della tripletta vincente. Una bella gatta da pelare per la squadra di Camplone, incalzata in classifica dal Trapani, autore di una rimonta clamorosa che lo ha portato fino al quarto posto in classifica. Serse Cosmi, dopo le difficoltà della prima parte, si gode il giocattolo da lui sapientemente costruito e plasmato, ed attende sereno al Provinciale il Cesena, in quella che forse è la sfida più interessante di questo turno. Uno scontro diretto in piena regola, con i romagnoli, al momento sesti, obbligati a fare punti per non rischiare di finire fuori dalla zona play off. Le inseguitrici sono lì ad un solo punto, pronte ad approfittare di eventuali passi falsi. Di Cagliari e Crotone, impegnate rispettivamente tra le mura amiche contro Lanciano e Como, abbiamo già detto. Il loro unico problema è capire quale sarà la giornata giusta per i festeggiamenti, mentre nel caso dei lariani, c’è l’interrogativo0 opposto, legato alla inevitabile sentenza della matematica che sancirà il ritorno in Lega Pro. Diversa la posizione dei frentani, colpiti in settimana dalla scure della disciplinare che ha tolto loro altri cinque punti per inadempimenti finanziari. Il lavoro per il povero Magliarulo, autentico toccasana per gli abruzzesi dal suo arrivo in panchina, si complica maledettamente. Altra sfida interessante nel carnet pomeridiano di domani, è quella tra Pescara e Brescia. Le rondinelle sono pian piano scivolate fuori dalle posizioni che contano, ma i soli tre punti di distacco dall’ottavo posto autorizzano Boscaglia a continuare a credere nella rimonta. In tal senso, la trasferta sul campo dei ragazzi di Oddo darà sicuramente risposte importanti. Chiudoni il quadro Pro – Vercelli – Avellino e Ternana – Ascoli. la sfida del Piola è diventata, incredibilmente uno scontro diretto a causa dell’imprevedibile crollo degli irpini, ora a soli quattro punti dalle sabbie mobili. Il cambio in panca tra Tesser e Marcolin non ha dato i frutti sperati, costringendo patron Taccone a richiamare il tecnico inizialmente esonerato nella speranza di evitare brutte sorprese. Diverso il discorso per ciò che concerne il match del Liberati, tra due squadre da inizio stagione in lotta per evitare i play out. Sta meglio la Ternana, rimessa in linea di galleggiamento da Breda, ma è chiaro che gli umbri non possono permettersi il lusso di compiere passi falsi contro una diretta concorrente a cui è assolutamente vietato concedere l’aggancio.

I posticipi – Il primo va in scena nella stessa giornata di domani alle ore 18. Al Menti di Vicenza arriva lo Spezia. Un altro incrocio tra aspiranti alla promozione e pericolanti. Anche i liguri, stante il campionato a parte disputato da Cagliari e Crotone, cercano il piazzamento migliore nella griglia play off, mentre il Vicenza, sperano di conquistare tra le mura amiche punti pesanti per allontanare la zona calda distante soli tre punti. In chiave salvezza, la partita più calda è senza dubbio quella in programma domenica (ore 15) all’Arechi tra Salernitana e Livorno. Colomba, rinfrancato dalla vittoria sul Latina, cerca continuità in Campania, dopo l’incubo della lunga striscia di sconfitte dopo il suo arrivo. Di contro, anche gli uomini di Menichini, in serie positiva da quattro giornate, puntano sull’effetto Arechi per allungare la striscia e dare il colpo di grazia ad una diretta concorrente. Alle 17:30, altro incrocio tra Latina e Virtus Entella, con i liguri all’inseguimento del sogno play off. Chiude il quadro, il posticipo di lunedì sera tra Novara e Perugia. Per i piemontesi un’occasione ghiottissima, contro un avversario ormai senza particolari stimoli, di scalare posizioni. Insomma, in attesa della festa di Cagliari e Crotone, tanta carne sul fuoco di una serie B sempre più avvincente

  •   
  •  
  •  
  •