Serie B, Rastelli (all. Cagliari): “Oggi a Como abbiamo tutto da perdere”

Pubblicato il autore: fabio ornano Segui
Massimo Rastelli

Massimo Rastelli (fonte: www.avellino-calcio.it)

Alla conferenza stampa nel centro sportivo di Asseminello, l’allenatore del Cagliari Massimo Rastelli si è concesso ai cronisti prima della partenza per Como, dove stasera i sardi cercheranno di riagguantare in vetta il Crotone: gli etnei, in testa alla classifica, hanno infatti lasciato i 3 punti a Cesena nell’anticipo di ieri. Se i rossoblu dovessero vincere al Sinigaglia, l’aggancio in vetta diventerebbe realtà. Il tecnico dei cagliaritani è parso sereno e determinato.Qual’è la situazione riguardo gli infortunati?Di Gennaro è convocato. Ha svolto regolarmente l’allenamento di rifinitura, ma domani avrò un quadro più completo della situazione. Si è ristabilito completamente dal piccolo infortunio che ha subìto, quindi è a disposizione per la gara“.

Saranno assenti per squalifica sia João Pedro che Farias. Ci sarà una variazione di modulo?
Aspettatevi di tutto, perché ho naturalmente avuto poco tempo ma ho comunque già considerato alcune opzioni. Scioglierò i dubbi solo dopo la solita chiacchierata con coloro che hanno giocato sabato: hanno speso tantissimo e valuterò il loro recupero visti i due impegni ravvicinati“.

Quale grado di difficoltà comporterà la partita di Como?
La sua difficoltà sarà pari a quella di tutte le partite fin qui disputate. Con una differenza: la reputa con certezza la più pericolosa da qui alla fine del campionato. Abbiamo tutto da perdere sotto molti punti di vista: classifica, risultato, prestigio, immagine. Il Como si giocherà il tutto per tutto, cercando di risalire dai bassifondi della classifica. Perlopiù giocano un buon calcio, hanno un bel centrocampo, ottima spinta con gli esterni e buoni inserimenti senza palla. Inoltre attaccanti molto bravi ed imprevedibili come Gerardi, Pettinari e Ganz. Ganz lo reputo un attaccante di razza. Squadra da prendere con le molle. Rispetto alla vittoria ottenuta con il Brescia dobbiamo cercare solo di fare passi avanti. Abbiamo dimostrato forza e determinazione. Tutte le partite della Serie B non hanno mai un esito scontato, conosco bene la categoria. Alla fine, sono le motivazioni sul campo che fanno sempre la differenza“.

Leggi anche:  Le prime dichiarazioni su Instagram di Christian Eriksen

La squadra di Cuoghi, guardando la classifica, non dovrebbe mettervi eccessivamente in difficoltà, non crede?
L’ultima cosa che dobbiamo fare, assolutamente, è guardare la classifica. Sarebbe un grave errore. Affrontiamo una squadra che ha messo in difficoltà tutte le altre. Hanno cambiato allenatore da poco, un ottimo tecnico. Stanno cercando di trovare quegli appigli per salvarsi. Venderà cara a pelle, non dobbiamo aspettarci una squadra dimessa e rassegnata alla retrocessione“.

Mancando i trequartisti titolari, potrebbero essere utilizzati in quel ruolo Sau o Di Gennaro?
So che Sau ha delle caratteristiche che mi possono permettere di utilizzarlo in quel ruolo. Di Gennaro, invece, fino a 2 anni fa ricopriva quella posizione, ma credo che ormai abbia trovato la sua dimensione come regista. Non escludo di provare questa soluzione a gara in corso, ma non dall’inizio“.

Leggi anche:  Alessandro Budel a SuperNews: “Barella stagione strepitosa. Sorprese della prossima stagione? Sarri alla Lazio un bel colpo. Brescia la piazza più importante della mia carriera”

Ci sono possibilità di rivedere la difesa a 3 ?
No, anche se è un’eventualità a cui avevo pensato. Ma la squadra ha dimostrato che quando la difesa è composta da 4 giocatori, ancora di più se con determinati interpreti, si hanno maggiori equilibri e garanzie“.

 Il 6-0 rifilato al Brescia ha rappresentato per lei una rivalsa nei confronti delle critiche subìte da stampa e tifosi nelle ultime settimane?
Per me non c’è alcun senso di rivalsa, perché so come vanno queste cose e ho sempre accettato le critiche. Anzi: proprio le critiche mi danno maggiore determinazione e motivazione per fare sempre meglio. Si sbaglia, solo chi non fa nulla non sbaglia. Spero che la vittoria con il Brescia ci dia quella linfa vitale per affrontare al meglio il finale di stagione“.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Ma un’affermazione così larga ed entusiasmante non rischia di far rilassare un po’ la squadra?
Ma no, l’ultima cosa che mi aspetto è un passo indietro. Spero che i ragazzi abbiano recuperato determinazione, forza, fiducia e consapevolezza, anche degli errori del passato“.

Il Cagliari crede ancora nel primo posto?
Ci siamo prefissati un obiettivo, quello che in questo momento è il più imminente, importante e a portata di mano. Adesso noi dobbiamo raggiungere la promozione matematica prima possibile. Dopo, in base alle partite che resteranno ancora da giocare, ci porremo un ulteriore scopo: quello di arrivare al primo posto“.

Lo scarso utilizzo di Barreca, ultimamente, è un’indicazione che il giocatore per lei è già tornato al Torino (Barreca è in prestito, ndr) ?
Quando finirà il campionato, se ne riparlerà. Ma i giocatori che sono qui adesso, dal primo all’ultimo, stanno tutti lavorando bene e sono motivati per mettermi in difficoltà nelle scelte“.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •