Sfiorata la tragedia a Canicattì. Manca ambulanza in campo, Comparato ha rischiato la vita

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

foto CorriereAgrigentino.it

foto CorriereAgrigentino.it

Si è trasformata in dramma la semifinale play off del girone D del campionato di Promozione tra Canicattì e Ragusa andata in scena per soli venti minuti al Carlotta Bordonaro. Dopo una rovinosa caduta sul terreno di gioco il giocatore del Canicattì Rosario Comparato, 31 anni, ha battuto violentemente il capo rimanendo accasciato al suolo. In pochi istanti il gelo è sceso tra tutti i giocatori in campo, l’arbitro ed i tantissimi tifosi presenti sugli spalti. Il giocatore non dava più segni di vita. Immediatamente con ampi gesti è stata avvertita la panchina del Canicattì ma sul rettangolo di gioco non vi era alcuna ambulanza per prestare i soccorsi allo sfortunato giocatore del Canicattì. Quanto accaduto nei minuti successivi ha dell’incredibile. In campo sono intervenute le Forze dell’ordine, molti i tifosi che sono scesi dagli spalti nella speranza di essere in qualche modo utili in quei concitati momenti che si sono vissuti attorno alle 17. In assenza dell’ambulanza è stato avvertito il 118  ma prima che giungesse un mezzo di soccorso al Carlotta Bordonaro sono trascorsi 25 lunghissimi ed interminabili minuti. A salvare la vita a Comparato è stata la prontezza di un medico presente sugli spalti che, una volta compresa la gravità della situazione,  si è catapultato sul rettangolo di gioco ed attraverso una delicata operazione ha evitato al giocatore il soffocamento.  Alle 17,10 è finalmente giunta l’ambulanza ed i soccorritori hanno provveduto a caricare Comparato all’interno del mezzo per trasferirlo d’urgenza in ospedale. Fortunatamente le condizioni del canicattinese sono leggermente migliorate e non è in pericolo di vita. Dalle prime notizie raccolte Comparato avrebbe subito una frattura alla mandibola ed allo zigomo e dovrà essere sottoposto ad un intervento chirurgico. Esclusi danni neurologici. I giocatori delle due squadre, sotto shock, d’accordo con l’arbitro hanno deciso di non proseguire la partita che è stata sospesa e verrà recuperata a data da destinarsi.

Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Brasile-Perù in tv e in streaming, Copa America 2^ giornata

Nei venti minuti in cui si è giocato sono state poche le occasioni pericolose create dalle due formazioni. Al  secondo minuto il Canicattì è andato al tiro con Settecase, dal vertice destro dell’area di rigore, ma la sua conclusione è stata parata facilmente dal portiere del Ragusa. Sempre il Canicattì, al sesto minuto, si è affacciato dalle parti di Cavone con Pirrotta ma la botta dalla distanza dell’attaccante del Canicattì si è persa alta sulla traversa.L’occasione più pericolosa l’ha creata il Ragusa che al decimo minuto ha colpito il palo con un gran tiro di Ferrante dalla distanza.

Canicattì

Ragusa

Canicattì: Sarcuto, Guarnotta, Montana, Tinnirello, Ianello, Cambiano , Orlando, Martino, Pirrotta, Settecase, Comparato. A disp. Manto, Argento, Scrimali, Falsone, Colley, Dosso. All. Giovanni Falsone

Leggi anche:  Alessandro Budel a SuperNews: “Barella stagione strepitosa. Sorprese della prossima stagione? Sarri alla Lazio un bel colpo. Brescia la piazza più importante della mia carriera”

Ragusa: Cavone, Scribano, Iozzia, Gatto, Pianese, Nigro, Gomez, La Terra, Anania, Ferrante, Satorini. A disp. Alabiso, Meli, Aletta. All. Salvatore Utro

Arbitro: Edoardo Gianquinto sez. Tp  – Collaboratori Diego Pernicone – Giulio Sorace Sez. Ct

Note: Partita sospesa al 20esimo del primo tempo dopo infortunio occorso a Comparato

 

 

  •   
  •  
  •  
  •