Simone Inzaghi: “Assenze importanti come Bisevac, Parolo e Klose”

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui
image
Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi presenta in conferenza stampa la sfida contro la Sampdoria. Ecco le sue dichiarazioni in vista della prossima gara di Serie A:Sulla gara di Torino: “Abbiamo fatto un primo tempo discreto, dove abbiamo anche mantenuto il possesso. Dovevamo essere più bravi a verticalizzare e avere un po’ più di personalità. Poi nel secondo tempo ci abbiamo messo del nostro regalando un gol e giocando con un uomo in meno. Mi sarebbe piaciuto giocare in undici anche il secondo tempo per vedere la reazione, peccato”.
Sulla Samp: “Non abbiamo assilli di classifica, voglio vedere una squadra spensierata. Abbiamo assenze importanti come Bisevac, Parolo e Klose, ma questo è il calcio”.
Sulla corsa europea: “Mancano 12 punti, tutto può succedere. Io voglio vedere la mia squadra come è stata fino ad oggi, con due partite ottime e la gara contro la Juventus”.
Sulla gara: “Sarà una partita giocata a ritmi alti. Hanno due trequartisti che dovranno essere aggrediti, noi siamo pronti ad interpretare nel migliore dei modi la gara”.
Sul suo passato alla Samp: “Ho fatto 5 mesi là, ci torno volentieri. La Samp ha qualità, potrebbe essere più in alto e devono raggiungere la salvezza, per questo sarà dura. Io voglio giocarmi la partita, sperando che gli episodi girino a nostro favore”.
Su Cataldi: “Sta lavorando bene. Non ho avuto la fortuna di allenarlo nelle categorie inferiori ma lo conosco bene. Ho provato Lulic in mezzo al campo ma ancora non ho deciso, mancano ancora 24 ore”.
Sul futuro: “Ho già detto ciò che penso. Devo e dobbiamo cercare di fare bene, poi al di là delle vittorie dovrà essere apprezzato il mio lavoro, poi la società farà le proprie valutazioni. Ciò che interessa a me è che la squadra mi stia seguendo”.
Su Inzaghi da tecnico delle giovanili: “Penso che questa avventura sia terminata. Volevo interromperla prima, ma è un percorso che mi ha arricchito tanto. Mi porto dietro un bellissimo bagaglio personale. Un po’ di gavetta penso di averla fatta”.
Sulle seconde squadre: “Penso sia giusto, si potrebbe mantenere sia la Primavera che creare una seconda squadra. E’ un’idea, secondo me andrebbe portata avanti con tutte le nostre forze”.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic vicino all'operazione: cambiano i piani di mercato
  •   
  •  
  •  
  •