Torres, Coutinho e gli altri, quando gli scarti della Serie A si fanno rimpiangere

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

resizedcrop-bcf4173f92493ab108ade1af195cd4dd-534x534La tre giorni di semifinali di Coppe Europee, oltre a far venire il magone ai tifosi italiani, hanno fatto emergere alcuni giocatori apparsi in Serie A, ma forse troppo frettolosamente accantonati dai nostri club. Quello che hanno visto al Milan evidentemente doveva essere il gemello scarso di Fernando Torres, visto che il bomber sta vivendo una seconda giovinezza nell‘Atletico Madrid di Simeone. Mercoledì sera Torres ha fatto impazzire la difesa del Bayern Monaco, andando vicinissimo a segnare il gol del possibile 2 a 0, che avrebbe reso il ritorno ancora più complicato agli uomini di Pep Guardiola. Torres è rimasto solo pochi mesi al Milan, segnando un solo gol, prima di far ritorno in patria in cambio di Alessio Cerci, altra meteora rossonera. Altro scarto milanese, sponda Inter, protagonista in Europa è Phillippe Coutinho, due stagioni in nerazzurro prima di trasferirsi al Liverpool. Klopp ha fatto di Coutinho uno dei perni della propria squadra, apprezzando le qualità tecniche e tattiche del brasiliano  che compirà 24 anni il prossimo 12 giugno. Evidentemente l‘Inter aveva visto giusto nel 2010, prelevando il giovanissimo Coutinho dal Vasco da Gama, ma ad Appiano Gentile non hanno avuto la necessaria pazienza per attendere la crescita del fantasista brasiliano. Tra le semifinaliste di Europa League, ci sono anche due difensori protagonisti nella Liga Spagnola, Adil Rami del Siviglia e Victor Ruiz del Villarreal.  Prelevato dal Valencia, Rami ha giocato una stagione e mezzo nel Milan, subito scartato da Mihajlovic, è stato rivenduto a prezzo di saldo al Siviglia. Rami ha sempre dimostrato grande attaccamento al Milan, twittando in questi giorni il proprio dispiacere per l’attuale momento rossonero. Ruiz è transitato in Italia vestendo la maglia del Napoli dal gennaio all’agosto del 2011, Walter Mazzarri concesse solo 6 presenze all’allora 21enne difensore. Oggi Ruiz a 26 anni è una della colonne del Villarreal, attualmente quarto nella Liga Spagnola e che contende al Liverpool l’accesso alla finale di Europa League in programma il prossimo 18 maggio a Basilea.

Leggi anche:  Donnarumma al PSG, stamattina le visite mediche

Non solo Torres, la serie A frulla giovani, all’estero hanno più pazienza?

La serie A non è da molto tempo il campionato più bello del mondo, ma a detta di molti, resta il più difficile, soprattutto dal punto di vista tattico. Tanti sono i giocatori, magari che arrivano molto giovani in Italia o  meno giovani come Torres che vengono però frettolosamente bollati come “bidoni” e che poi si affermano nei vari campionati europei. Giocatori che poi puntualmente ritroviamo protagonisti nelle finali delle Coppe Europee, forse dirigenti e allenatori dei nostri club dovrebbero fare un bagno di umiltà e dare le giuste possibilità a ragazzi giovani stranieri di ambientarsi e capire la nostra serie A. Intanto uno o più dei giocatori sopraelencati, a fine festeggeranno con una Coppa in mano, facendo aumentare ancora di più il magone nei tifosi italiani seduti davanti al televisore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,