Tre nomi pendono sulla testa di Simone Inzaghi: chi sarà il prossimo allenatore della Lazio?

Pubblicato il autore: Marco Tarantino Segui

Sarà ancora Simone Inzaghi l’allenatore della squadra biancoceleste? L’ombra di Sinisa Mihajlovic aleggia sull’ex allenatore della Primavera della Lazio che dopo la batosta contro la Juventus è tornato nuovamente in discussione, anzi si può dire che anche dopo le vittorie con Palermo ed Empoli non si sia mai guadagnato la riconferma dopo l’estate per guidare la squadra del patron Lotito per la stagione 2016-2017, che vedrà la Lazio impegnata solo in due competizioni, visto che l’obiettivo Europa è ormai fallito con poche giornate solo al termine del campionato e la squadra impantanata al nono posto in Serie A. Le prossime gare potrebbero dargli la riconferma? Si e No.

INZAGHISi: se Inzaghi dovesse dare una impronta decisa con dei buoni risultati, potrebbe essere confermato nonostante la totale inesperienza su una panchina che conta.
No: se Inzaghi dovesse fallire nei prossimi match senza dare identità e carattere ad una squadra svuotata dopo il primo anno di Stefano Pioli.
Anche in caso di risultati positivi però è tutt’altro che scontato l’assioma “ok Simone Inzaghi ha vinto 4 gare su 4, è riconfermato”: il patron laziale e la dirigenza a partire dal ds Tare credono che per il nome giusto per ridare lustro ad una squadra alla deriva sia quello dell’ex difensore biancoceleste, Sinisa Mihajlovic, malamente allontanato dal Milan dopo aver trascinato una squadra priva di talento al sesto posto in campionato ed alla finale di Coppa Italia, facendo così tornare quasi ufficialmente il Diavolo in Europa. Il serbo avrebbe il gradimento della piazza, potrebbe vantare già esperienza su panchine di Serie A e in piazze importanti: rispetto a Simone Inzaghi avrebbe un costo-contratto più elevato, ma garantirebbe alla società di fare un investimento in totale sicurezza, non di bel gioco, ma sicuramente di risultati e carattere, quello che i tifosi apprezzano in una squadra.

Leggi anche:  Dove vedere Austria-Macedonia del Nord, streaming e diretta tv in chiaro Rai Sport?

Altro nome che aleggia su Simone Inzaghi è quello di Ventura, tecnico del Torino che dopo una lunga corsa all’Olimpico in Piemonte, potrebbe trasferirsi nel Lazio per allenare in una Big dopo l’esperienza al Bari ed appunto in granata. Il tecnico del Toro porterebbe molta esperienza ed una garanzia in assoluto che gli altri due tecnici non possono garantire: il gioco offensivo o come va di moda a Milano, sponda rossonera, “il bel giuoco”. Calcio totale, difesa a 3, esterni di corsa e tanta velocità nelle azioni offensive: una certezza di divertimento per il pubblico, un po me per i risultati che dovrebbe garantire in una piazza come quella romana in cui dopo una gara sbagliata sei già alla corda.

Altri nomi in ballo sembrano più suggestioni: dal toto Trap si passa a Cesare Prandelli. Due ex tecnici azzurri, l’ex Fiorentina Prandelli sembra essere il nome più in voga a Roma tra il tifo laziale: viene si da esperienza non proprio positive con gli azzurri ed in Turchia, ma rappresenta sempre una sicurezza in quanto a risultati. Sarebbe il tecnico ideale non per lavorare con i giovani, quanto per far rilanciare i giocatori in rosa che sembrano essersi appagati o aver perso la fame giusta.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

Ventura/Prandelli/Mihajlovic pendono sulla testa di Simone Inzaghi: chi sarà il prescelto?

  •   
  •  
  •  
  •