Milan, tra infortuni e squalifiche Brocchi cambia ancora

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Brocchi
La vittoria del Sassuolo non lascia scampo a Cristian Brocchi e al Milan, chiamato a vincere sul campo di un Hellas praticamente retrocesso per non rischiare di scivolare al settimo posto, che significherebbe niente Europa l’anno prossimo in caso di sconfitta nella finale di Coppa Italia contro la Juventus. Dopo la sofferta vittoria contro la Sampdoria e lo scialbo pareggio contro il Carpi, i tifosi rossoneri si aspettano una prova di carattere da parte del Diavolo

Brocchi che, giunto alla sua terza partita sulla panchina del Milan, deve fare i conti con diversi problemi di formazione. Alle squalifiche di Alex e Balotelli vanno aggiunti gli infortuni di Bertolacci, Bonaventura e Luiz Adriano, oltre al lungodegente Niang, al lavoro per recuperare in vista della finale di Coppa. In difesa, davanti a Donnarumma (che anche contro il Carpi ha salvato il risultato con una paratissima nei minuti finali), dovrebbero giocare Abate, Zapata, Romagnoli e De Sciglio. Inizialmente il mister aveva pensato a Mexes per sostituire Alex, ma i problemi al costato del francese hanno fatto ricadere la scelta sul difensore centrale colombiano. Sulla fascia sinistra invece Antonelli dovrebbe riposare per lasciare spazio a Mattia De Sciglio, chiamato a riscattare un’altra stagione negativa.

A centrocampo torna a disposizione di Brocchi l’energia di Juraj Kucka, che rientra dopo aver saltato il Carpi per squalifica. Al suo fianco scenderanno in campo capitan Montolivo e molto probabilmente José Mauri, apparso in forma e voglioso di riscatto nei minuti giocati durante l’ultima partita. Il classe ’96 vorrebbe sfruttare le ultime partite di campionato per mettersi in mostra e dimostrare di meritarsi un posto nel Milan dell’anno prossimo. In ribasso invece le quotazioni di Andrea Poli, che dovrebbe partire dalla panchina alla pari del giovane Locatelli, che giovedì sera ha esordito in Serie A.

Sulla trequarti vanno registrati invece i problemi muscolari di Jack Bonaventura, non convocato per la trasferta di Verona. Per ricoprire la sua pesante assenza Brocchi sembra aver scelto Keisuke Honda, dopo che nella scorsa partita Boateng non era apparso in condizione. Una chance per il giapponese per dimostrare di poter essere utile anche a Brocchi, nonostante si facciano insistenti le voci di un suo possibile trasferimento in Premier o in Liga.
In attacco scelte obbligate per il nuovo allenatore rossonero: con Niang, Balo e Adriano fuori uso, spazio a Carlos Bacca, che ha fatto immediatamente pace con Brocchi dopo la brutta reazione al cambio, e a Jeremy Menez, che dopo il lungo infortunio deve ancora ritrovarsi. Un’occasione da non lasciarsi scappare per lui, che non scende in campo dal primo minuto da parecchio. Fischio d’inizio fissato per le ore 17 allo stadio Bentegodi di Verona.

Questa quindi la probabile formazione del Milan per la partita contro l’Hellas Verona:
Milan (4-3-1-2): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, José Mauri; Honda; Menez, Bacca. All.: Brocchi.
Questa invece la formazione della squadra di casa, che in caso di sconfitta saluterebbe la Serie A con tre giornate di anticipo:
Verona (4-4-2): Gollini; Pisano, Bianchetti, Moras, Albertazzi; Wszolek, Marrone, Ionita, Rebic; J. Gomez, Pazzini. All.: Del Neri.

  •   
  •  
  •  
  •