10 maggio, data storica a Napoli

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

29 anni fa
Il 10 maggio a Napoli è un giorno quasi considerato come il 19 settembre. Ovvero, quando il patrono della città San Gennaro, compie il miracolo del sangue, sciogliendolo nell’ampolla. Ecco, Napoli, 29 anni fa, visse il miracolo del primo Scudetto della sua storia. La città si riversò il strada, quando alle 17.47 Pairetto, diede il triplice fischio finale, facendo scatenare entusiasmo, commozione e lacrime di gioia. A Maradona dedicarono statuette, altarini come un santo, nei presepi natalizi, entrarono Bianchi, Ferrara, Giordano e Bagni, i protagonisti di allora. La partita, era Napoli-Fiorentina, ed agli azzurri di Bianchi, serviva un solo punto, per scrivere la storia. Feste che durarono una settimana, con striscioni storici, e dimostrazioni d’affetto, che in poche parti d’Italia si vedono. Fu il riscatto del Sud, che sempre, dopo l’Unità (se vogliamo chiamarla così) dovette subire lo strapotere del Nord, di Milano e Torino. Sappiamo, anche che quando vinsero Cagliari e Verona, le feste in città furono triplicate. Molti si domanderanno: “Accadrà di nuovo”? Chissà. Ci sarà un Leicester italiano? Noi pensiamo mai. E’ l‘Italia stessa, dalla politica all’economia, che non potrà mai permettere un sogno tale a cittadini e tifosi appassionati. E’ anche il fastidio razziale, che purtroppo, nel “Belpaese” ha un suo peso. Saremmo esagerati, ma un Tricolore vinto a Napoli, Roma o Genova vale il doppio di Torino o Milano.

Leggi anche:  Moggi: "La Juve non ha mai alterato i risultati, lo hanno fatto le altre squadre. L'Inter senza Conte..."

Napoli-Frosinone, sold out!
Intanto, per l’ultima di campionato, che andrà in scena sabato, il Napoli, se la vedrà col Frosinone al San Paolo. Stadio, che si prevede esaurito. Ieri, infatti, sono andati a ruba i biglietti per la gara coi ciociari di Stellone, retrocessi domenica dopo la sconfitta interna col Sassuolo. Il Napoli vuole chiudere alla grande la stagione, confermando la seconda piazza, e l’accesso diretto in Champions League. E’ una partita sulla carta a senso unico, ma non bisogna prenderla sottigamba, l’orgoglio del Frosinone, potrebbe fare brutti scherzi. E Sarri, sappiamo, non ammetterebbe che l’ultima partita portasse a brutti risultati. La Roma dal canto suo ci spera, ma i giallorossi, andranno a Milano, contro i rossoneri di Brocchi, che possono ancora sperare in un posto in Europa League.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Le conferme per la Champions League:
Se il Napoli, dovesse restare come previsto al secondo posto, saranno confermati molti punti fermi del Napoli di questa anno. Soprattutto Gonzalo Higuain, il bomber della Serie A, che ha doppiato i vari Dybala, Bacca ed Icardi. Infatti, voci trafugano che dovrebbe esserci un piccolo aumento all’attaccante della Seleccion, tutto strameritato. Ed Higuain, è anche uno di coloro che preme per un rinforzo della rosa, se per la prossima stagione, l’obiettivo principale dovesse essere lo Scudetto, come i tifosi sperano. Anche Callejon, dovrebbe restare, nonostante le pressioni iberiche del Valencia, e non si sa se Raul Albiol, conferma il suo accordo con la società di De Laurentiis. Per quanto riguarda Sarri, il tecnico glissò, dopo la partita con il Torino, fregandosene del rinnovo, perché l’importante era confermare il secondo posto, poi si vedrà. Ci sarà probabilmente un aumento, tutto meritato, per il tecnico che ha espresso tra i migliori giochi d’Europa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: