36.ma Serie A, Genoa Roma 2-3: le voci degli allenatori

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
logo-genoa-roma
GENOVA – L’anticipo delle 19 della trentaseiesima giornata di Serie A andato in scena al Ferraris di Genova, ha visto la vittoria della Roma contro il Genoa per 2-3. Giallorossi in vantaggio al 6′ con Salah, bravo a superare Lamanna su assist dell’ex Perotti. La reazione della squadra di casa non si fa attendere: al 14′ Tachtsidis, servito da Laxalt, agguanta il pareggio con un tiro di piatto e palla che finisce alle spalle di Szczesny. Nella prima parte della ripresa, in campo solo i rossoblu, che si portano meritatamente sul 2-1 al 65′ con Pavoletti, che batte prepotentemente il portiere giallorosso di proprietà dell’Arsenal dopo aver ricevuto un cross basso di Rincon. Dopo la doccia fredda, la squadra di Spalletti riemerge e trova il pareggio al 77′ grazie ad una prodezza della leggenda Totti: punizione dal limite e conclusione potente ed angolata. All’87’, El Sharaawy sigla il definitivo 2-3 che batte Lamanna su un passaggio preciso da parte di Dzeko.

Leggi anche:  Serie D, Lavello Taranto 2-3: i rossoblù conquistano la promozione in Serie C

Genoa Roma 3-2, le voci dei protagonisti

GIANPIERO GASPERINI, ALLENATORE GENOA: “LA SCONFITTA DA’ FASTIDIO” – Ecco le parole rilasciate dall’allenatore rossoblu in conferenza stampa dopo la sconfitta contro la Roma: “La partita ci ha visto in difficoltà nel primo tempo, mentre abbiamo giocato bene nella ripresa. Non meritavamo la sconfitta, perdere così ci dà fastidio. Nella prima frazione ripartivamo bene ma abbiamo sofferto la loro qualità. Non riuscivamo a contrastare le loro iniziative. Nel secondo tempo abbiamo girato il gioco dalla nostra parte. L’arbitraggio? Non commento. Siamo arrabbiati sul secondo gol della Roma, quella punizione ha determinato il 2-2. Si riesce sempre a sentire tante interpretazioni anche su questo tipo di falli ma tanto è lo stesso. Se a bocce ferme si interpretano in modi diversi i vari contrasti, allora il calcio diventa molto difficile. Il contrasto è un gesto tecnico del gioco del calcio e chi lo vuole togliere fa male al calcio. Su questo gesto tecnico ci sono troppe interpretazioni. Poi si può anche sbagliare, ma la linea deve essere precisa. Il Genoa ha fatto una buona partita anche senza mettere in campo i diffidati. Sembrava la partita contro l’Inter perché nella ripresa avevamo una maggiore freschezza rispetto al nostro avversario”.

LUCIANO SPALLETTI, ALLENATORE ROMA: “TOTTI UN BRILLANTE PREZIOSO” – Il tecnico toscano commenta così la prestazione della sua squadra ai microfoni di Sky Sport: “E’ stato un grande spettacolo con due squadre che si sono affrontate a viso aperto. Era una partita difficilissima ma come in tutte le ultime partite è venuto fuori il carattere della squadra. Un altro aggettivo per Totti? Brillante di tantissimi carati. Ha rifatto gol un’altra volta e la palla la sa toccare come nessun altro. Ha questa magia e questa qualità che è sicuro di far male sempre. I gol presi? Sotto l’aspetto della distanza dagli avversari potremmo togliere qualche centimetro. Perché se regali metri qualsiasi giocatore può fare la giocata. Il Genoa però in casa ha fatto gol a tutti, salta addosso a tutti e mette in difficoltà qualsiasi avversario. Oggi i titoli devono essere di Totti, questo nessuno glielo deve togliere perché ha grandi meriti. Ricordiamoci però che c’è una grande squadra, e quello che conta di più è il gruppo intero”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,