Antoine Griezmann, il piccolo diavolo che poteva essere del Milan

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

downloadL’Atletico Madrid è in finale di Champions League per la seconda volta in tre anni, un vero e proprio miracolo sportivo firmato da Diego Simeone in panchina e da Antoine Griezmann in campo, trascinatore dei Colchoneros. Classe ’91, Griezmann sta vivendo la miglior stagione della sua carriera, sono già 31 le reti stagionali per le petit diable, il piccolo diavolo, come lo chiamano in Francia. Cresciuto nelle giovanili del Montpellier, nel 2009 la Real Sociedad lo porta in Spagna intravedendo in lui un talento fuori dal comune. Con in baschi gioca quattro stagioni, affermandosi come una dei migliori giovani della Liga, attirando su di sé le attenzioni dei club di mezza Europa. Nell’estate del 2013 anche il Milan lo segue, tramite Ariedo Braida, i rossoneri, infatti, cercano un esterno mancino per il 4-3-3 di Massimiliano Allegri. La richiesta della Real Sociedad è di 20 milioni di euro per Griezmann, cifra alta per le casse rossonere, che in quella estate devono passare il playoff di Champions League contro il Psv Eindhoven, per avere il denaro necessario da investire sul mercato.  Non potendo attendere così a lungo, la Real Sociedad decide di trattenere il suo gioiello, fissando una clausola rescissoria di 30 milioni di euro. Griezmann decide di rimanere nei paesi baschi per preparare al meglio i Mondiali brasiliani, dove sarà titolare nella Francia che verrà eliminata nei quarti di finale dalla Germania.

Leggi anche:  Coquimbo Unido: "carneadi" alla ribalta

Griezmann – Atletico , una storia in attesa del lieto fine

Dopo le buone prestazioni con la Nazionale francese l’Atletico Madrid decide di pagare la clausola rescissoria alla Real Sociedad, Simeone scommette si di lui. I primi tempi alla corte del Cholo non sono facili per Griezmann, arrivato con la fama di talento difficile da gestire. Simeone lo trasforma da ala a seconda punta e i risultati non tardano ad arrivare, dopo il primo anno di apprendistato Griezmann diventa una della stelle della Liga al pari di Messi e Cristiano Ronaldo. Il piccolo diavolo non si tinge più i capelli ed è perfetto dentro e fuori dal campo, mirabile, in questa stagione, la doppietta con cui stende il Barcellona dei marziani nei quarti di Champions League. Griezmann è stato decisivo anche contro il Bayern Monaco con la rete segnata all’Allianz Arena, che ha complicato i piani di rimonta degli uomini di Guardiola. Alla storia tra l’Atletico Madrid e Griezmann manca solo il lieto fine, l’appuntamento è per il 28 maggio a San Siro, lo stadio che poteva essere suo e invece potrà solo applaudire il piccolo diavolo, che è cresciuto e diventato grande.

  •   
  •  
  •  
  •