Bacca: “Salviamo la stagione con la finale di Coppa Italia, il Milan non può essere così brutto!”

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

bacca-milan-gfx_yjd1gnh8aav61g2y432no21od
Mancano davvero poche ore all’appuntamento più importante per la stagione del Milan. La finale di Coppa Italia, ovvero l’unico match che può ridare dignità a un’annata orribile e vergognosa.
La Juve è un’armata e per il Milan si tratta di un vera impresa impossibile, però si sa, il calcio è strano, la palla è rotonda e la speranza non muore mai.
“In una partita secca può succedere di tutto, dobbiamo crederci fermamente. La finale di Coppa Italia è l’appuntamento più importante, dobbiamo metterci il cuore. Loro hanno perso solo un paio di partite e negli ultimi sei mesi hanno tenuto un andamento impressionante, ma se facciamo il nostro dovere possiamo batterli“. Queste le parole di Carlos Bacca, la punta colombiana del Milan è stato uno dei pochi a salvarsi in questa stagione.
“Abbiamo perso entrambe le gare contro di loro, ma con il minimo scarto. Al ritorno siamo scesi in campo con la testa giusta e Buffon ha fatto delle grandi parate su di me e su Balotelli: è stata l’ultima partita che abbiamo giocato bene. Loro sono stati costanti e hanno conquistato il titolo diventando campioni d’Italia. Hanno un difesa solida e difficile da perforare, in porta hanno un marziano. Buffon per me è ancora il miglior portiere d’Europa, ma questa volta voglio batterlo e segnare un gol pesante per il Milan e per questa finale di Coppa Italia.
Bacca sa bene che la Juve non è soltanto Barzagli e Buffon ma anche Dybala.  “Io seguo molto il calcio, l’anno scorso l’ho visto a Palermo e non sono sorpreso di Dybala, aveva già fatto vedere cose strepitose. La Juventus non è solo Paulo e non è solo Buffon, hanno anche un centrocampo molto forte, sono strepitosi in tutti i reparti”.
Infine un ultimo commento sull’importanza di questa finale di Coppa Italia per il Milan. “E’ un match determinante sia per noi che per loro, ma per noi ha una valenza particolare. Tornare in Europa è un qualcosa di vitale per una società gloriosa come il Milan. Dobbiamo portarci a casa questa finale di Coppa Italia, per noi, per la società, per i tifosi. Perchè il Milan non può essere una cosa tanto brutta“.

  •   
  •  
  •  
  •