Berlusconi, Milan: oggi la svolta decisiva sulla cordata cinese

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui
berlusconi
Nonostante il video pubblicato sulla propria pagina personale di Facebook della settimana scorsa, Silvio Berlusconi si sarebbe convinto a concedere l’esclusiva alla cordata cinese che vuole acquistare subito il 70% del Milan: fonti finanziarie vicine alla trattativa rivelano che già oggi potrebbe giungere la telefonata del Cda di Fininvest che ratificherà questa decisione importante per i rossoneri. Le parti stanno ormai lavorando ai dettagli, come l’esatto esborso iniziale, il nuovo assetto societario con un ad unico rispetto al duo Barbara Berlusconi-Galliani, la delicata gestione dell’interregno.Ieri inoltre c’è stato un contatto positivo tra Fininvest e il consorzio cino-americano che vuole acquistare la maggioranza del Milan. Si sta dialogando sui dettagli per l’avvio dell’esclusiva con l’advisor Sal Galatioto. Non oltre questa settimana si dovrebbe decidere, ma vanno sempre messi in preventivo ripensamenti dell’ultima ora che possono sorgere durante una lunga trattativa come quella che sta affrontando il Milan. Non risultano, tra l’altro, ultimatum dati dalla cordata al presidente Berlusconi, continua la segreta consultazione tra le parti per risolvere gli ultimi ma importanti ostacoli e arrivare alla conclusione della trattativa.

Leggi anche:  Serie D Girone E, Trastevere-Trestina 2-0 (Video Highlights): con una doppietta di Roberti i romani vincono la finale playoff

Il nervosismo dei cinesi dunque a causa del tentennamento di Berlusconi sarebbe superato. Il fatto che il cavaliere voglia lasciare il Milan in mani italiane sarebbe forse solo un sogno che anche egli stesso sa essere un mero sogno per i tempi che corrono. Per tutti questi motivi allora Silvio Berlusconi si trova davanti a un bivio. Perché i tempi stringono e i cinesi vorrebbero avere il sì per la trattativa in esclusiva, vera e propria anticamera per il closing. Così oggi la Fininvest dovrà firmare l’accordo. Se questi sono gli sviluppi sul piano societario, sono nebulosi quelli sul campo. L’arrivo di un nuovo proprietario metterebbe in discussione tutti, dai dirigenti ai giocatori. Il progetto tecnico che non ha per nulla convinto quest’anno, e sia in caso di vendita che di permanenza di Berlusconi, è ben lontano dall’essere confermato a lungo termine. Anche in questo caso via alle liste dei successori, avallati da dichiarazioni sibilline e da malumori diffusi. Presto per esprimere giudizi definitivi, certo, eppure gli scenari non sembrano affatto beneauguranti. Ancora una volta…

Leggi anche:  La UEFA si tinge di arcobaleno: Milan in sostegno dei diritti LGBT
  •   
  •  
  •  
  •