Cala il sipario sulla stagione del Bari, la squadra ha deluso, il pubblico è da serie A!

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


La stagione del Bari finisce nel modo peggiore, con una sconfitta rocambolesca, contro il Novara per 4-3, che fa calare il sipario su questa stagione di serie B, in cui la squadra biancorossa ha deluso, soprattutto incomprensibile il rendimento stile “montagne russe”, che ha contraddistinto tutto il campionato, della squadra del Presidente Paparesta.
Il Bari inizia la stagione 2015/2016 con grande entusiasmo e il sogno di tornare in serie A, massima serie che manca ormai da 5 anni, viene confermato come allenatore, Davide Nicola che aveva chiuso bene la scorsa stagione, a cui viene chiesto dai vertici della società barese la conquista dei play-off; il campionato parte discretamente e il Bari si attesta sempre nelle posizioni di vertice, appena al di sotto del duo di testa Cagliari-Crotone.
Il rendimento al San Nicola del Bari, nell’andata è buono, mentre in trasferta la squadra pugliese stenta un po’, ad onor del vero c’è da ricordare che la squadra biancorossa, in estate era stata quasi interamente ricostruita, comunque Nicola con la sua squadra arriva alla sosta di fine anno, al quinto posto a pari merito con il Brescia, con 35 punti realizzati.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Nicola esonerato, arriva Camplone

Andrea Camplone arriva i primi giorni di Gennaio, la sosta del campionato di serie B arriva proprio al giro di boa, quindi il tecnico pescarese inizia la sua avventura all’inizio del girone di ritorno, inoltre insieme alla società, decide di rinforzare la squadra.
Quando arriva, il tecnico pescarese sembra molto convinto e incendia la piazza barese, dichiarando: “Puntiamo a vincere il campionato, senza passare per i play-off”.
Camplone porta un notevole cambiamento, nel modo di giocare e cerca di imporre un atteggiamento più offensivo, ma il percorso
di Camplone sulla panchina barese, è sulla falsa riga di quello di Nicola, anzi alla fine andando ad analizzare i dati, Nicola ha totalizzato 35 punti in 21 partite, mentre Camplone 33 punti sempre in 21 partite; la sostanza è che l’allenatore piemontese, ha fatto meglio di chi Camplone.
Comunque alla fine il Bari arriva 5° e si qualifica ai play-off, deve però disputare i quarti di finale, ha la fortuna di poterlo fare, al San Nicola davanti al suo splendido pubblico, accorrono in oltre 22000 tifosi baresi, che però devono assistere ad una delle partite più beffarde, almeno della storia recente; il Bari prima va sotto 3-0 con il Novara, poi quando il pubblico inizia a sfollare, si riprende e pareggia 3-3, portando il Novara ai supplementari, la partita sembra aver preso la piega giusta, il Novara rimane pure in 10, ma al 114′ Galabinov segna e cala il gelo sul San Nicola. Bari eliminato e pubblico incredulo.

Leggi anche:  Italia-Svizzera vista da un tifoso

Il pubblico di Bari tra i primi 10 d’Italia

Il Bari ha deluso le aspettative e ha fallito la conquista della serie A, ma la grandezza del pubblico barese, ha vinto anche stavolta, con la bellezza di 21.183 tifosi di media a partita, con picchi incredibili, anche di oltre 31000 persone, contro il Cagliari; pazzesco il dato che nella stagione 2015/2016, i dati relativi agli spettatori presenti al San Nicola, piazzano la tifoseria al 9° posto assoluto tra serie A e serie B.
Concludendo Bari merita la serie A!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: