Claudio Ranieri “baronetto”? Attori e giornalisti dicono Sì

Pubblicato il autore: Sara Mechelli Segui

ranieri-ya-suena-en-voz-alta-con-el-titulo-de-la-premier-c6018af7b97ca8692b2930cff362c9a8
Sono quasi 6mila le persone che, dopo l’impresa alla guida del Leicester, hanno firmato la petizione lanciata da Superscommesse affinchè la Regina Elisabetta II proclami Claudio Ranieri baronetto d’Inghilterra.

Firme arrivate dall’Italia e dall’estero che in questi giorni hanno trovato anche il supporto di alcuni giornalisti e attori.

“Ranieri ha portato a termine un’impresa che difficilmente si ripeterà in Italia o nella stessa Inghilterra, qualcosa di unico e raro. E’ stato abile ad assemblare un gruppo di giocatori nè noti nè famosi e probabilmente nemmeno troppo dotati di tecnica individuale, tuttavia è riuscito a cementare il blocco e motivarli alla giusta maniera. Per quanto riguarda la petizione in Inghilterra lo facciano pure Sir perchè merita tutto il nostro applauso e la nostra considerazione visto pure che dal calcio italiano e da noi giornalisti in passato non è stato trattato troppo bene” – ha detto Bruno Pizzul intervistato da SuperNews a margine della Partita del Cuore.

A dire la sua in merito anche Fabio Guadagnini, giornalista e Direttore della Comunicazione del Comitato Promotore di Roma 2024: “Da italiani non possiamo che essere orgogliosi di Claudio Ranieri. Lui è il grande esempio di come un italiano possa essere eccellente nel suo lavoro. Il Leicester – ha commentato Guadagnini – è riuscito a tornare sul tetto del Mondo e a dimostrare che il calcio è certamente uno degli sport più belli in assoluto perchè non è scientifico: non è detto che chi ha più budget e più soldi vinca automaticamente. Capitano anche queste belle favole: storie fantastiche di qualità e romanticismo”.

E testimonial d’eccezione per la petizione che vuole Claudio Ranieri “Sir” è stato l’attore italiano Paolo Calabresi: “Sua Maestà Regina Elisabetta la prego di accogliere la nostra petizione e il nostro appello affinchè il Claudio Ranieri da ‘mister’ diventi ‘Sir’.”ha detto in un video.

E se proprio Superscommesse non dovesse riuscire nell’impresa l’attore romano Valerio Mastandrea ha sentenziato così: “Meglio ‘Sir’ de Testaccio che Sir d’Inghilterra”.

Interviste: Alessandro Marini e Fabrizio Moretto

  •   
  •  
  •  
  •