Daniele Conti Day: il ritorno del capitano al Sant’Elia

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Grande festa al sant Elia per salutare Daniele Conti.

Daniele Conti Day

La coreografia per Daniele Conti.

Dopo la gioia per il ritorno in Serie A degli isolani, si è svolta la grande festa in onore dell’eterno capitano del Cagliari Daniele Conti, venticinque anni dopo quella per il padre campione del mondo nell’82, Bruno Conti.
Daniele Conti, centrocampista acquistato dal Cagliari nel 1999 dalla Roma, non si è mai scucito la maglia rossoblu di dosso.
I colori della Sardegna se li è incisi anche sulla pelle, con un tatuaggio rappresentante i 4 mori nella spalla sinistra.
Giocatore con più presenze nella storia del Cagliari ( 470 presenze con il bottino di 52 gol), è stato accolto dai suoi tifosi in maniera commovente.
All’entrata di Daniele Conti dagli spogliatoi nel pre-partita, con affianco i suoi figli, è stato acclamato e applaudito dall’intero Sant’Elia, generando la commozione della sua famiglia e di tutte le persone che hanno assistito al grande evento.
(Il video dell’entrata del capitano rossoblu)
Non sono stati solo i tifosi ad omaggiare l’eterno capitano rossoblu, ma anche le vecchie glorie del Cagliari e i suoi ex allenatori hanno voluto partecipare a questo evento, doppiamente speciale perché l’incasso è andato in beneficenza.
Nella lista dei convocati da Conti troviamo giocatori ancora in attività come Gobbi, Acquafresca, Agostini, Pisano, Cossu e Barella; ed ex giocatori che hanno giocato con lui : Avramov, Chimenti , Bianco, Lopez, Modesto, Villa, Abeijon, Berretta, Colombatto, De Patre, Fini, Herrera, Esposito, Langella, Melis, Jeda, Silva, Suazo.
Tutti i convocati di Conti indossavano l’eterno numero di maglia del capitano: il 5.
Anche un attuale protagonista del mondo del calcio italiano era presente, Max Allegri che ha voluto ribadire la sua gioia nell’essere presente alla festa del capitano Rossoblu.
Daniele Conti, subentrato dopo 5 minuti di partita a suo padre Bruno, ha ricevuto gli abbracci degli attuali giocatori del Cagliari e degli amici ex compagni che hanno giocato al suo fianco.
La partita è stata divertente, grazie anche ad alcuni siparietti messi in scena dai partecipanti alla partita.
L’arbitro Bergonzi, all’ingresso del capitano, lo ha subito ammonito per far riaffiorare a Daniele Conti tutti i gialli ricevuti in carriera(ben 188), per poi abbracciarlo e inchinarsi davanti alla sua grande storia.
Storari, portiere del Cagliari presente in campo nella formazione degli isolani come giocare di movimento, blocca con le mani(volontariamente) un calcio d’angolo del team di Daniele Conti regalando la gloria al festeggiato.
Infatti il calcio di rigore viene battuto proprio dal capitano, che lo trasforma e si prende l’ovazione di tutto il pubblico presente.(Il video del rigore)
La partita finita simpaticamente 5 a 5( per onorare ancora il numero di maglia del giocatore), che ha visto andare simpaticamente in rete l’allenatore del Cagliari Rastelli con un grande tiro di destro, ha voluto regalare un’altra emozione e speranza per il futuro rossoblu.
A cinque minuti dalla fine è subentrato suo figlio, giocatore delle giovanili del Cagliari, Bruno Conti che viene descritto come un talento purissimo con un mancino raffinato e potente.
Il giovane ragazzo, al primo pallone toccato, ha realizzato il gol con un tiro di sinistro potente e angolato,che ha fatto esplodere lo stadio e ha fatto commuovere il padre e il nonno.
Ora per il capitano rossoblu Daniele Conti si prospetta un posto nello staff del Cagliari, con la possibilità di diventare l’allenatore delle giovanili del club.(qui il racconto della partita)

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: