Dybala: “Messi e CR7 non segnerebbero così tanto in Serie A”

Pubblicato il autore: Andrea Bellini Segui

DybalaMai banale nelle dichiarazioni Paulo Dybala, che in un’intervista rilasciata al quotidiano sportivo Tuttosport rilancia: Messi e Cristiano Ronaldo non arriverebbero mai a segnare 50 gol se giocassero in Serie A, al massimo arriverebbero a 30, non di più. In Italia le difese sono molto più organizzate rispetto a quelle spagnolo, che sono molto morbide.” 

Dall’Inghilterra: “Dybala è ubriaco”


Parole forti pronunciate da colui che, con i suoi  16 gol segnati finora, ha guidato la squadra bianconera al quinto successo consecutivo in campionato, il secondo dell’era Allegri. Parole che hanno destato grosso scalpore, anche a livello internazionale, tanto che, in un tweet, un noto personaggio inglese ha definito la “Joya” come “un ubriaco che non sa quello che dice”, sottolineando quindi come la dichiarazione del giovane argentino sia per lui insensata, in quanto per molti è impensabile mettere in dubbio due campioni come Messi e Cr7, che hanno monopolizzato, dividendosi il successo finale, le ultime assegnazioni del Pallone d’Oro.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: van de Beek arriva ad una sola condizione, Inzaghi incontra un suo pupillo...

Ma, in realtà, questa questione viene puntualmente risollevata, soprattutto in Italia, calcisticamente riconosciuta come nazione “catenacciara”, definizione in cui noi stessi ci riconosciamo nei passati successi internazionali, ma che, giustamente, consideriamo allo stesso tempo riduttiva nel descrivere uno stile di gioco che sta tornando, tra l’altro, alla ribalta grazie a Diego Simeone, che sta facendo sognare il suo Atletico Madrid, sia in Champions sia nella Liga spagnola. Simeone che, guarda caso, ha avuto modo di giocare per sei anni nel massimo campionato spagnolo, prima con la Lazio e poi con l’Inter, senza dimenticare l’esperienza al Pisa a inizio anni ’90.

E ogni volta, in questi casi, l’opinione pubblica si divide tra chi sostiene l’effettiva difficoltà per qualsiasi giocatore di superare le difese italiane, e chi, invece, difende a spada tratta il campione di turno, in questo caso, appunto, gli assi di Barcellona e Real. Certo, mettere in dubbio le capacità realizzative di due giocatori che insieme, tra campionato e coppa, quest’anno hanno segnato la bellezza di 87 gol è chiaramente una provocazione, e in questi termini va considerata, con buona pace di chi va a colpire Dybala per questa battuta.

Leggi anche:  Primavera 1, andata play-out: Lazio-Bologna 1-1

La speranza, per tutti i tifosi bianconeri, è che l’argentino continui a fornire prestazioni pari a quelle che tutti abbiamo ammirato nel corso di questa stagione, e, chissà, se dovesse succedere, la questione potrebbe essere riproposta: quanti gol segnerebbe Dybala se avesse a che fare con le “molli” difese spagnole?

  •   
  •  
  •  
  •