Espulsione Gori in Napoli Frosinone: si indaga per le troppe giocate

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

gori-espulsoEspulsione Gori, flusso anomalo di giocate. Indaga l’Ufficio scommesse. Si tinge di giallo anzi di rosso il post partita di Napoli-Frosinone dell’ultimo turno di Campionato di Serie A disputatasi sabato sera allo stadio San Paolo di Napoli. Non tanto per la vittoria degli uomini di Sarri che hanno così conquistato il secondo posto in classifica valido per l’accesso diretto in Champions League bensì per la “strana” espulsione capitata al frusinate Mirko Gori dopo soli 13 minuti di gioco. L’Ufficio Scommesse mette infatti nel mirino proprio la gara Napoli-Frosinone. Come mette in evidenza ‘La Gazzetta dello Sport’, poche ore prima del calcio di inizio del match del ‘San Paolo’ si è registrato un flusso anomalo di scommesse su un evento in particolare: l’espulsione di un calciatore ciociaro. Cosa che è effettivamente accaduta dopo appena 13 minuti di gioco, con l’arbitro Celi che ha sventolato il rosso in faccia a Gori, reo di aver volontariamente calciato il pallone addosso a Insigne. Le autorità stanno valutando tutti gli elementi, se saranno sufficiente si proseguirà nell’indagine. Non è passato nemmeno un giorno dall’assoluzione di  Antonio Conte che un altro caso di calcioscommesse conquista la ribalta.

Leggi anche:  Zhang incontra Sala ed assicura continuità all'Inter
Oggetto dell’attenzione è, come dicevamo, il match disputato sabato al San Paolo tra Napoli e Frosinone. In particolare, a destare scalpore sono state le numerose giocate sull’espulsione di un calciatore dei ciociari, tutte provenienti, per altro, proprio dalla zona del frusinate.Espulsione che, a dire il vero, non ha tardato a materializzarsi sotto il diluvio di Fuorigrotta: al 13‘ Mirko Gori si è visto sventolare il cartellino rosso da Celi per aver ecceduto nelle proteste. Ecco il comunicato ufficiale apparso oggi sul sito di Intralot, agenzia leader nel campo delle scommesse sportive: “I quotisti Intralot si sono accorti di un flusso di gioco anomalo proveniente da un punto vendita di Frosinone. Erano state piazzate giocate in modalità sistema integrale (complessivamente 32 sistemi), con una fissa (espulsione si/no di Frosinone-Napoli, ESITO SI) e 3 partite (sempre diverse) dove appunto c’è 1 e X2 della medesima partita. Il sistema quindi si sviluppa in 4ine dove solo una combinazione è vincente e per un importo sempre inferiore ai 1.000 euro. I quotisti hanno chiuso immediatamente quel tipo di scommessa e prontamente hanno avvertito attraverso una relazione l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Al momento la refertazione dell’esito Espulsione SI/No è stata bloccata, pertanto i biglietti sono in stato di appeso”.
  •   
  •  
  •  
  •