Euro 2016: Boateng e Gundogan su barrette Kinder, spuntano attacchi razzisti

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
CjTVSKnW0AQHiLA-kbE-U150830338611wGE-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Fonte: Gazzetta.it

La Ferrero, nota azienda italiana produttrice di cioccolatini, ha deciso di immettere sul mercato tedesco una linea di barrette “Kinder” in edizione limitata in vista dell’imminente edizione di Euro 2016 con le foto in tenera età di alcuni protagonisti della nazionale allenata da Joachim Loew: Ilkay Gundogan e Jerome Boateng, vincitori dell’ultimo mondiale 2014. Qualcuno penserà ‘cosa c’è di strano in tutto ciò’? La maggior parte delle persone risponderà niente, ma questa iniziativa dell’azienda italiana non è andata giù ad un esponente del movimento xenofobo tedesco, che sulla sua pagina Facebook si è chiesto “Tutto questo è uno scherzo?”. Questi personaggi, come è noto, non accettano le “contaminazioni della popolazione tedesca con altre razze (si legge nello statuto del movimento in questione, il Pegida: europei patriottici contro l’islamizzazione dell’Europa)”, usando parole pesanti sulla scelta della Ferrero, arrivando a chiedersi se “bisogna davvero comprarle così?“, mentre si leggono altri commenti più pesanti come “Chi sono? Le foto dei nuovi terroristi?”, o – peggio ancora – “vogliono piazzarci la m***a come cosa normale”. Questi sono solo alcuni messaggi apparsi sul profilo del movimento che ha divulgato queste immagini, il cui nome – come abbiamo visto – è tutto un programma. Evidentemente questi soggetti non riconoscono nemmeno i giocatori per cui, due anni fa, avranno sicura esultato per un gol dove trionfò proprio una Germania multietnica composta dai vari Klose, Ozil, Podolski, Khedira, Boateng e molti altri. Su questo caso, però, molte persone si sono schierate a favore dei calciatori sopraccitati prendendo posizioni chiaramente anti-naziste: “Chi si scaglia contro le foto di Boateng e Gündogan non è un nemico degli stranieri, ma un traditore del popolo”. 

Questo fatto, riportato dal quotidiano tedesco Bild, accadeva solamente una settimana fa. Nel frattempo, molte personalità del mondo sportivo tedesco si sono schierate a favore di Gundogan e Boateng, mentre da parte degli avvocati dei due calciatori risulta che al momento non è stata fatta alcuna denuncia, ma sarà preparata a breve. Ovviamente, la foto che vedete qui sopra non è più disponibile ed il profilo Facebook incriminato è stato chiuso. Per la gioia di chi nel 2016 crede ancora che esistano razze superiori ed inferiori.

Leggi anche:  Dove vedere Olanda-Repubblica Ceca, streaming e diretta tv in chiaro RAI?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: