Europa League: Spagna regina di coppe. I trionfi delle squadre spagnole in Europa

Pubblicato il autore: Edoardo Peretti Segui

siviglia

La terza Europa League consecutiva vinta dal Siviglia non rappresenta un record solo per la squadra andalusa: è infatti l’ennesima testimonianza di quello che potremmo definire quasi un monopolio delle squadre spagnole sulle competizioni continentali, conferma dello stato d’ottima salute vissuto dal calcio iberico già evidente nei trionfi della nazionale. Negli ultimi anni è stato infatti difficile vedere almeno le semifinali senza una squdra spagnola; in Champions – dove c’è il traino delle (quasi) “invincibili armade” Barcellona e Real, a cui si è aggiunta, al grido del cholismo, la truppa dei Conchoneros – come in Europa League. Il trofeo che nella stagione 2009/2010 ha ereditato la tradizione della Coppa Uefa è stato, del resto, inaugurato dalla vittoria dell’Atletico Madrid, grazie alla doppietta di Diego Forlan nel 2-1 ai danni del Fulham. L’anno successivo la coppa è volata nel vicino Portogallo, ma sono ancora i Conchoneros ad alzare il trofeo nel 2011/2012, guarda caso in una finale che è stata anche un derby spagnolo, vinto 3-0 contro l’Athletic Bilbao. I biancorossi, fra l’altro, in semifinale avevano eliminato il Valencia: tre semifinaliste su quattro, in un’annata in cui i sudditi calciofili di Re Juan Carlos avrebbero avuto ancora enormi soddisfazioni con la vittoria del secondo europeo di fila.

Leggi anche:  Inter, il Barcellona offre 55 milioni per Lautaro più un giocatore

Nel 2013, il 2-1 all’ultimo respiro del Chelsea sul Benfica è stato solo una pausa nel predominio spagnolo sul trofeo: nel 2014 inizia infatti lo show del Siviglia, ormai squadra simbolo della competizione. Nel 2014 vittoria ai rigori contro il malcapitato Benfica (all’ennesima finale persa), dopo aver vinto al termine di un doppio confronto vietato ai malati di cuore il derby di semifinale contro i rivali del Valencia. Nel 2015 invece vittima sacrificale è stata la rivelazione cipriota Dnipro, sconfitta 3-2 anche grazie ad una doppietta di Carlos Bacca, il quale ha potuto così godersi un ultimo trofeo prima dell’anno di magra al Milan. Storia recentissima è invece il 3-1 rifilato al Liverpool di ieri sera, vittoria che ha portato il record. Per la squadra andalusa, il feeling con l’Europa League non è certo una novità se si volge lo sguardo indietro di pochi anni: tra il 2006 e il 2007 la squadra andalusa aveva infatti vinto due coppe Uefa consecutive, prima con un netto 4-0 contro il Middlesbourgh, poi ai rigori contro l’Espanyol (2-2 al termine dei tempi regolamentari), in un’edizione in cui in semifinale c’era anche l’Osasuna, eliminata proprio dal Siviglia.  Che sarebbe stato un decennio all’insegna del giallorosso iberico – in un periodo in cui fra l’altro la Spagna eccelleva in molti campi ed era (all’apparenza) sulla cresta dell’onda zapatista -si poteva intuire nel 2002/2003, quando il Valencia riportò in Spagna la Coppa Uefa che mancava da quasi vent’anni.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Passando alla Champions, tra il 2005 e il 2016 sono state sei le volte in cui una squadra spagnola ha alzato la coppa dalle grandi orecchie: quattro volte il Barcellona, una il Real Madrid e…vedremo se le Merengues bisseranno o se sarà il turno dei cugini dell’Atletico. Sono stati del resto gli anni del formidabile (e un po’ sottovalutato) Barca di Rijkaard in panchina e della coppia Ronaldinho/Eto’o, vincitrice nel 2006; del tiki-taka di Guardiola orchestrato da Xavi e Iniesta e finalizzato da Leo Messi nelle vittorie del 2009 e 2011, e del tridente delle meraviglie Messi/Suarez/Neymar nella vittoria del 2015, con Luis Enrique in panchina. Nel 2014 è invece arrivata la sospirata “decima” del Real Madrid, nella finale/derby contro i cugini dell’Atletico, con il nostro Ancelotti in panchina e con la “BBC” in avanti. Aldilà delle vittorie, il dato forse più significativo è che tra il 2007/2008 e oggi non c’è stata un’edizione in cui in semifinale non sia arrivata almeno una squadra spagnola; negli ultimi sei anni, anzi, ci sono sempre state almeno due squadre iberiche tra le prime quattro. Infine, per gli appassionati di dati e statistiche, nel ventunesimo secolo solo le edizioni del 2004/2005 e del 2006/2007 non hanno visto una squadra spagnola in semifinale.

Leggi anche:  Pallamano Champions League: la finale è Aalborg-Barcellona

Concludiamo con la Supercoppa Europea: dal 2009 solo la corazzata Bayern Monaco, nel 2013, ha spezzato il monopolio spagnolo, confermato dalle tre vittorie del Barcellona, dalle due dell’Atletico Madrid e da una del Real.

Infine, è interessante notare dal punto di vista sociologico-culturale come in Spagna il calcio sia stato sia testimonianza di un periodo – i primi anni duemila – in cui il paese era preda di euforia e di speranza, sia come traino e motivo d’orgoglio e di rivalsa negli immediatamente successivi anni di crisi.

  •   
  •  
  •  
  •