Fantasma al Barbera: il mistero di Santa Rosalia che veglia sul Palermo

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Fantasma 2

Fantasma al Barbera: mistero durante Palermo-Verona

Non è stata di certo una stagione semplice quella vissuta dal Palermo di Maurizio Zamparini: i molteplici cambi di allenatore e le tante polemiche infatti, hanno rischiato seriamente di costare la retrocessione alla squadra rosanero.
Ieri però, dopo la vittoria ottenuta contro il già retrocesso Verona, lo spettro della Serie B si è dissolto ed ha lasciato spazio alla soddisfazione per aver scampato il pericolo. In questo ore però, sul web sta impazzando una foto, pubblicata da “Mediagol.it”, che ritrae una sagoma dalle sembienze umane apparsa cinque minuti prima del fischio di inizio di Palermo-Verona, in cima alla Curva Nord rosanero. Molti hanno subito gridato al miracolo, accomunando la sagoma apparsa ieri a quella di Santa Rosalia, venuta in soccorso del Palermo e dei palermitani. Con ogni probabilità si tratta solamente di un effetto ottico, ma tanto è bastato per alimentare il mistero.

Leggi anche:  Serie D Girone E, Trastevere-Trestina 2-0 (Video Highlights): con una doppietta di Roberti i romani vincono la finale playoff
Chi ha sperato nel “miracolo” salvezza ed ha vissuto con particolare ansia le ultime giornate di campionato e le tante peripezie patite nel corso della stagione, è stato senza ombra di dubbio il Presidente Maurizio Zamparini. Quest’oggi, intervenuto ai microfoni di “Radio Kiss Kiss“, ha commentato la stagione dei rosanero: “Il Palermo ce l’ha messa davvero tutta per salvarsi, per noi questa salvezza è come una promozione in Serie A. E’ stata un’annata disgraziata e mi ha ricordato molto l’anno in cui siamo retrocessi con Miccoli, Dybala, Vazquez e Munoz in squadra”.
Il Presidente rosanero ha parlato anche del futuro del club, confermando ancora una volta l’intenzione di lasciare la carica di Presidente del Palermo: “Nei prossimi giorni avrò dei colloqui diretti con investitori esteri affinché si costruisca un Palermo forte. Non sarò più il Presidente, ma troverò qualcuno che si metta al mio posto. L’esperienza di questa stagione ci servirà moltissimo ed il prossimo anno ci sarà ancora Ballardini in panchina. Se poi perde le prime otto partite… (ride ndr). Costruiremo la squadra insieme a lui e a Di Marzio”.
Zamparini ha poi spiegato la scelta che ha portato Gianni Di Marzio ad entrare a far parte del Palermo: “Nel nostro club mancava una figura di esperienza, una delle nostre più grandi lacune è che io non ci sono mai e allora ho scelto Di Marzio che conosco bene da anni. Lo ringrazio, da napoletano ha portato una ventata di entusiasmo e di esperienza ed è diventato amico dei calciatori. Spero che resti come mio collaboratore personale, sarà un mio consulente”.
Zamparini si è poi soffermato sul mercato e sul futuro del gioiello di casa Palermo, vale a dire Vazquez: “Non conosco ancora il suo futuro, credo che i club non abbiano ancora presentato offerte per non alzare il prezzo. Credo che Vazquez sia il più forte trequartista che c’è sul mercato, è un calciatore completo e andrebbe bene per la Juve, per il Napoli, ma anche per la Roma”. Dunque la stagione del Palermo si è conclusa con un velo di mistero dovuto al “fantasma del Barbera” e con un grande sollievo: non essere caduti nel baratro della Serie B, salvandosi all’ultima giornata, magari con l’aiuto di Santa Rosalia.

 

  •   
  •  
  •  
  •