Ferrero “Cassano resterà al Doria, capisco gli insulti dei tifosi”

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

sampdoria-ferrero
Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha parlato ai microfoni di Radio Crc in merito al futuro di Vasco Regini, difensore doriano in prestito al Napoli. Ha poi detto la sua sul caso Cassano e sul derby.

Presidente Ferrero, che ne sarà del terzino romagnolo?
Vasco Regini è un grande calciatore, davvero un ottimo elemento. Oltre che un bravo ragazzo, una persona d’oro e se fossi nel Napoli lo terrei perché di centrali bravi come lui non ce ne sono molti in circolazione. In caso contrario, nel caso in cui il Napoli non fosse interessato, saremo felici di riaverlo. Se De Laurentiis non lo dovesse riscattare, lo aspetteremo a braccia aperte per il prossimo ritiro estivo.
Regini è un giocatore molto sottovalutato, il valore dei calciatori non è davvero oggettivo. Il valore lo fanno i procuratori, lo fanno i giornali. Certi vengono valutati venti o trenta milioni e poi magari dopo un paio di anni finiscono ai margini del panorama calcistico, ci sono decine di esempi a dimostrazione della mia tesi. Se un giocatore è forte, non per forza ha un valore di mercato pari al suo livello tecnico.

Altre news sul mercato del Doria? Cassano?
Antonio è un nostro giocatore e resterà in blucerchiato anche nel prossimo campionato. Domenica dopo il derby non è successo niente di rilevante, la stampa, come spesso accade, ha gonfiato una notizia che in realtà non esiste. Per il resto, scoprirete a breve le nostre strategie di mercato.
E’ stata una stagione turbolenta, l’anno prossimo spero di far divertire i tifosi doriani.

Il derby? A Marassi, sponda blucerchiata, si respirava un clima davvero brutto. Lascerà degli strascichi questa pesante debacle?
Non credo, è andata così ma sono sicuro che presto dimenticheremo questo brutto ricordo. Il derby è una partita particolare, è la partita più importante per noi e per il Genoa. Quando entri col piglio sbagliato, poi non è semplice riprendersi, c’è tanta emozione, tanta tensione dietro a quest’incontro. Capisco gli insulti dei tifosi, mi insultano perché mi amano, sono sampdoriano e tifoso del calcio. Sono uno di loro e comprendo benissimo il momento, non accuso nessuno. Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte.”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Moggi: "La Juve non ha mai alterato i risultati, lo hanno fatto le altre squadre. L'Inter senza Conte..."