Finale Coppa Italia 2016, Milan-Juventus 0-1 dts: interviste

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
Fonte: Gazzetta.it

Fonte: Gazzetta.it

ROMA – È stata una finale Coppa Italia ricca di emozioni quella andata in scena allo Stadio Olimpico. Nonostante un ottimo Milan, piú volte resosi pericoloso, la squadra che è riuscita a spuntarla è stata proprio la Juventus con il risutato di 0-1 arrivato grazie alla rete di Alvaro Morata al 110′ dei tempi supplementari (al termine dei tempi regolamentari il risultato era di 0-0), bravo a colpire Donnarumma su cross preciso di Cuadrado. Per lo spagnolo potrebbe essere il gol di addio, ma quello che conta stasera, per i tifosi bianconeri, è stato il coronamento di una stagione superba con la conquista dell’undicesima Coppa Italia della loro storia e la seconda consecutiva, mai successa nella storia del calcio italiano. Riordiamo che Juventus e Milan si incontreranno anche per contendersi la Supercoppa Italiana, che probabilmente si disputerà nel mese di dicembre all’estero.

Finale Coppa Italia, le voci dei protagonisti

ALVARO MORATA, JUVENTUS: “È STATA UNA GARA DIFFICILE. FUTURO? PENSO ALL’EUROPEO” – Intervenuto ai microfoni di Rai Sport al termine della finale Coppa Italia, l’attaccante spagnolo analizza così la vittoria del trofeo: “Sono molto contento per questa Coppa Italia, un’altra per il museo della Juve. Ieri i miei amici mi avevano chiesto se giocavo, ho detto di no, allora mi ha detto: entri e fai gol. Se tutte le finali fossero così, magari, è la parte bella del calcio. C’è mio padre in tribuna, mia madre mi guarda da casa, la mia fidanzata mi sta guardando e da quando sto con lei sono un altro in campo. Dobbiamo fare i complimenti al Milan, è stato difficile vincere questa gara. Futuro? Non è la mia ultima gara, devo ancora giocare l’Europeo e non posso pensare ad altro”.

RICCARDO MONTOLIVO, MILAN: “C’É TROPPO RAMMARICO; OGGI CONTAVA LA ZAMPATA GIUSTA” – Nonostante la partita di oggi fosse stata una delle prove migliori della stagione rossonera, ciò non è bastato alla squadra di Brocchi a vincere la Finale Coppa Italia. Il Capitano rossonero commenta così la prestazione del gruppo:  “Abbiamo fatto la partita che dovevamo. Il rammarico è tantissimo però forse ai punti meritavamo più noi. In queste partite conta la zampata giusta per fare gol e a noi questo è mancato. Loro sono stati cinici e abbiamo perso questa partita. Rammarico? Troppo. Se avessimo messo in campo sempre quello che abbiamo fatto oggi probabilmente parleremo di un altro campionato. Bisogna tirare una riga, le somme e valutare la cosa migliore per il futuro di questa squadra”.

MASSIMILIANO ALLEGRI, ALLENATORE JUVENTUS: “OGGI VINCERE NON ERA SEMPLICE. MERCATO? GODIAMOCI LA FESTA” – Dopo la conclusione della cerimonia di consegna della Finale Coppa Italia, l’allenatore bianconero commenta così in conferenza stampa la conquista del suo sesto trofeo bianconero: “Complimenti ai ragazzi, perché vincere stasera non era semplice. Abbiamo incontrato un buon Milan, alla fine abbiamo rischiato anche l’1-1 sul tiro di Mauri. Le finali sono così, bisogna essere bravi e anche un po’ fortunati. La mia squadra è stata molto brava perchè ha conquistato il terzo trofeo della stagione. Faccio un applauso anche ai tifosi, i quali pure stasera sono stati straordinari. Se i cambi sono stati determinanti? Le opzioni erano due: portare la gara ai rigori o provare a spaccarla. Ho provato a spaccarla ed è andata bene. Morata? Parlare di mercato ora non serve a niente. Godiamoci la festa. Obiettivi per l’anno prossimo? Vincere la Champions”.

CHRISTIAN BROCCHI, ALLENATORE MILAN: “OGGI ABBIAMO GIOCATO MEGLIO. IN CAMPO HO VISTO QUALCOSA DI MIO” – Ecco come l’allenatore rossonero commenta il ko nella finale di Coppa Italia contro la Juventus, nonostante una prestazione degna di nota dei suoi ragazzi: “Fa male per la prestazione che ha fatto il Milan, per quello che ha messo in campo. Stasera abbiamo fatto una buona partita. Ai ragazzi avevo chiesto determinazione e spirito di squadra. I ragazzi hanno fatto bene quello richiesto. Ci è mancato il gol, poi loro hanno avuto quell’occasione e ci hanno punito. Questa sera il Milan ha giocato meglio e non penso di dire un eresia. Rammarico per la stagione? Si, può essere anche se sono qui da poco tempo e io valuto la partita di questa sera. Vedere i giocatori con voglia e spirito mi fa felice. Ho visto qualcosa di mio in questa squadra e ne sono contento ma deluso per il risultato finale. I ragazzi sono scesi in campo con un atteggiamento positivo, personalità forte e la voglia di vincere, e questo, anche se non basta per i fini del risultato, è stata una cosa positiva. Il mio futuro? In cuor mio è normale che abbia la voglia ed pensiero di restare, se valutiamo la partita di questa sera penso che qualche merito ce l’avrei anche io”.

  •   
  •  
  •  
  •