Finalissima regionale Promozione. Canicattì in cerca del sogno. Contro il Real Avola per l’Eccellenza

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
IMG_20160513_112041Il grande giorno, atteso da tre anni ( o per i più nostalgici da venti anni) , è arrivato. Questo pomeriggio allo stadio Aldo Binanti di Scordia il Canicattì tornerà a giocarsi, a tre anni dalla sfortunata gara di Bagheria contro il Rocca di Caprileone, la promozione nel campionato di Eccellenza. L’ultimo ostacolo tra la formazione biancorossa guidata da mister Giovanni Falsone ed il ritorno nel massimo campionato regionale di calcio è rappresentato dal Real Avola, formazione che ha conquistato l’accesso alla finalissima regionale battendo il Belpasso nella sfida decisiva dei play off del girone C del torneo di Promozione. Tra i supporters del Canicattì c’è molta fiducia e la conquista dell’Eccellenza appare un traguardo raggiungibile per la squadra biancorossa, autrice di una splendida cavalcata che da dicembre scorso le ha permesso di recuperare posizioni in classifica fino al terzo posto finale e di superare nella finale del girone D il Licata al Dino Liotta. A seguire la squadra oggi saranno in centinaia. Da Canicattì è prevista la partenza di un autobus e di altri due pulmini mentre la maggior parte dei tifosi raggiungerà Scordia con mezzi propri con la speranza di assistere ad un successo della formazione biancorossa. “ Le finali rappresentano un terno al lotto – ha dichiarato il tecnico del Canicattì Giovanni Falsone – ma noi giocheremo la partita consapevoli della nostra forza. Siamo un gruppo che ha dimostrato di avere ottime qualità ed i tifosi che ci seguiranno da vicino anche nella finalissima contro lo Scordia ci daranno una spinta in più per cercare di raggiungere l’agognata Eccellenza. Nella mia carriera da allenatore ho vissuto molte partite decisive come quella che giocheremo ad Avola e fino ad ora i risultati ottenuti sono stati sempre positivi”. Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo a Scordia il tecnico Falsone ha poche alternative viste le squalifiche di Argento, Colley e La Licata. A pesare è soprattutto l’assenza di Argento ( oltre a quella dell’infortunato Francesco Maggio) che comporterà un piccolo stravolgimento nel reparto arretrato del Canicattì. Infatti nel ruolo di terzino destro potrebbe essere schierato Guarnotta con il dirottamento di Cambiano al centro della difesa e l’inserimento a centrocampo dell’altro under Orlando. “ E’ un peccato non poter disporre di Argento – ha commentato Falsone – ma chiunque scenderà in campo darà sicuramente il massimo per la squadra. La nostra forza è proprio il collettivo e quindi l’assenza di qualche giocatore sono sicuro non inciderà più di tanto ”. Probabile formazione: Sarcuto; Guarnotta, Cambiano, Ianello, Montana Lampo; Martino, Dosso, Orlando; Settecase, Pirrotta, Falsone.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Olanda-Repubblica Ceca, streaming e diretta tv in chiaro RAI?