Fiorentina: lavori in corso. Ma quale futuro?

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

franchi

Quale futuro per la Fiorentina? La stagione è finita il 15 maggio ma in casa Fiorentina, al momento, regna l’incertezza. Certo, i tempi non sono ancora maturi per iniziare la vera campagna acquisti, ma ci sono diversi nodi da sciogliere. Paulo Sousa, confermato dalla dirigenza dopo il 5° posto (con 64 punti, gli stessi dell’ultimo Montella, con una posizione in meno) ha indicato intanto quali sono i sette giocatori cosiddetti ” intoccabili “: sei erano praticamente ovvi, mentre il settimo è una vera e propria sorpresa. Nel reparto difensivo ci sono Astori, Marcos Alonso e Gonzalo Rodriguez: si può tranquillamente asserire che l’ex Cagliari (verrà riscattato su una cifra intorno ai 5 milioni di euro) sia stato il miglior acquisto della stagione 2015-2016. Alonso ha giocato una discreta stagione, anche se c’è stato un calo. Come il compagno di reparto, anche Rodriguez ha accusato una flessione (e a sorpresa non farà parte dei 23 per la Copa America) ma rimane uno dei cardini della difesa. A centrocampo, confermati Borja Valero e il giovane Bernardeschi, sul quale ha puntato gli occhi soprattutto il Bayern Monaco. Il talentino 22enne quasi sicuramente andrà all’Europeo francese: bisognerà vedere se sarà capace di confermarsi. Passando all’attacco, Nikola Kalinic pare confermato, anche se come altri compagni, ha accusato un calo: ben più vistoso, dato che è una punta: le cifre parlano da sè: 10 reti nel girone di andata e solamente 2 nel girone di ritorno. La vera sorpresa arriva proprio qui: si, perchè, con sorpresa, Sousa ha indicato in Mauro Zarate un giocatore da confermare: arrivato dal West Ham per una cifra bassa (2,1 milioni) ha dimostrato di avere ancora voglia di dire la sua: in maniera schietta si potrebbe dire: “l’ultimo ad arrendersi “. L’ex Lazio ed Inter ha segnato solo tre reti, ma potrebbe essere utile anche negli ultimi minuti di gara. I nodi da sciogliere però sono tanti ancora: partiranno Kuba e Roncaglia, Tino Costa tornerà al Genoa (che lo derubricherà altrove), si aspetta il rinnovo del prestito di Tello ma soprattutto, si dovrà capire in che direzione andranno le vicende Rossi e Gomez. Qualche romantico li vorrebbe assieme, ma sarà pressochè impossibile: il tedesco, che ora punta ad affermarsi con la nazionale, ha un ingaggio elevato; Pepito Rossi è finito nel mirino della Lazio, che vorrebbe puntare a rilanciarlo. Si è parlato di un possibile ritorno di Gilardino, che avrebbe un ingaggio ” a gettone “, è tornato in auge il nome di Ljajic, che sicuramente l’Inter non riscatterà. Sarà utile fare chiarezza al più presto.

MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •