Il Milan a Rudi?

Pubblicato il autore: giovannisorbello Segui

E se il MAC-Milan-LogoE se il Milan, dopo questa stagione fallimentare, venisse affidato a Rudi Garcia? Si si sta parlando dell’ex allenatore della Roma, esonerato verso metà stagione, per i risultati abbastanza scadenti e a cui è subentrato Luciano Spalletti. Ma sarebbe una scelta giuste per il Milan? Innanzitutto si deve risolvere la questione società. E’ possibile che Berlusconi possa fare il mercato con i soldi dei cinese, che dovrebbero acquistare il Milan, oppure sono solo cavolate e qualcosa bolle in pentola? Sembra strano che gli investitori del Medio Oriente affidino un patrimonio nelle mani dell’ex Premier, che non ha mai fatto mercato e che è la causa della rovina del Milan in questi anni ( insieme a Galliani). Ma torniamo a Garcia. Famoso per la sua fidanzata, che spesso regala parole piccanti e che annunciò il suo esonero dalla Roma. Famoso per il suo gesto del violino allo Juventus Stadium, per le sue lamentele sugli arbitraggi, insomma per un pò di cose ricordiamo questo personaggio. Il suo gioco non fa faville, ma è in pieno stile italiano e cioè catenaccio e contropiede. Infatti nel suo primo anno italiano stava arrivando a giocarsi lo scudetto, perso contro un’armata che fece 102 punti. Ma è il personaggio su cui puntare? Sicuramente in casa Milan ne capiscono più di noi, ma sul mercato ci sarebbe di meglio. Perché non prendere un Gattuso, che dopo essersi bruciato a Palermo, ha ricostruito la sua carriera a Pisa. Conosce l’ambiente rossonero come le sue tasche Rino e metterebbe in riga tutti ed è proprio questo che il Milan ha bisogno. Ma perché non continuare con Brocchi stesso, che ha messo in difficoltà la Juve nella finale di Coppa Italia eche forse meriterebbe una chance importante. Non bisogna riportarlo nella squadra Primavera però, perché si rischierebbe di distruggerlo come già fatto con Pippo Inzaghi. Perché non riportare Paolo Maldini in società, un personaggio che viveva di Milan e che è stato trattato con pochissimo rispetto da una società che sta distruggendo piuttosto che creare. Bisognerebbe avere il coraggio di azzerare tutto e ripartire da zero, con gente giovane e competente, usando il modello Juve come società e il modello Sassuolo come giocatori, puntando su gente giovane,italiana e con voglio di vincere e divertirsi. Si passerebbero delle stagioni di transizione, ma si ripartirebbe più forti di prima, al fine di riportare il diavolo dove compete,ovvero a lottare per la Champions e per il campionato. Siamo sicuri che il francese Rudi siamo l’uomo giusto? Con lo stipendio che ha non avrebbe la fame di un giovane che avrebbe tutto da dimostrare o il carisma di un Gattuso che si “mangerebbe” lo spogliatoio al minino segno di non rispetto da parte dei giocatori nei suoi confronti e verso i compagni. Ma si sa siamo in Italia e il ” nome ” conta più delle motivazioni ed è proprio per questo che non si andrà mai avanti ed è questo il motivo per cui il Milan potrebbe rimanere nella fossa che si è scavato da solo e da dove probabilmente non ha né la forza né la voglia di risalire.

Leggi anche:  L'Atalanta blinda il suo Pessina (e allontana le big) fino al 2025: progetto nerazzurro a lungo termine
  •   
  •  
  •  
  •