Inter-Empoli: i nerazzurri vincono ed ottengono il quarto posto. I toscani escono a testa alta

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

San_siro_09.11.2008

All’ultima uscita stagionale casalinga, l’Inter ottiene il quarto posto e la qualificazione all’Europa League. La squadra di Mancini affronta un Empoli apparentemente appagato per la bella stagione, ma egualmente deciso a dare battaglia. Mancini schiera come unica punta Icardi con a sostegno il trio Jovetic-Perisic-Brozovic. Giampaolo schiera un 4-3-1-2 con Pucciarelli e Maccarone come punte.
E’ l’Inter a battere il calcio d’inizio e a portarsi immediatamente in avanti. Al 1′ D’Ambrosio scodella un pallone da destra, senza che nessuno trovi la deviazione vincente. Al 6′ Brozovic, quasi all’altezza della linea di fondo, sempre dal lato destro, crossa al centro ma anche questa volta, nessuna deviazione. All’8′ Saponara conclude da fuori ma il tiro finisce abbondantemente a lato alla destra di Handanovic. L’Empoli inizia a venire fuori ma per ora le iniziative sono contenute dalla difesa interista che fa buona guardia. Al 10′ Jovetic tenta la conclusione ma viene murato: gli attacchi dei padroni di casa si fanno insistenti. E’ il preludio al gol: al 10′ il cross di Perisic da sinistra trova pronto al centro area Mauro Icardi che mette alle spalle di Pelagotti: è l’1-0, meritato per gli uomini di Mancini. I nerazzurri insistono:15′: fuga sempre di Perisic sulla sinistra ma il giocatore anzichè crossare conclude: parata plastica di Pelagotti. Al 25′ conclusione da fuori di Paredes, ma piuttosto velleitaria: la sfera finisce alta. Poco dopo pasticcio di Melo in difesa: ne approfitta Saponara che penetra in area e conclude ma il tiro viene respinto. Al 28′ Maccarone penetra in area sul lato destro e conclude in diagonale: para a terra Handanovic: primo vero intervento della partita: la squadra di Giampaolo pare crescere.
Al 37′ il pari dell’Empoli: pasticcio difensivo dell’Inter, ne approfitta Maccarone che centra basso per Pucciarelli: quest’ultimo evita Juan Jesus e di sinistro in diagonale sigla il pari. Al 38′ conclusione da fuori di Kongdobia: Pelagotti si oppone con i pugni.
Al 40′ l’Inter si riporta in vantaggio: Icardi smarca in area Jovetic che conclude di destro: Pelagotti respinge come può e Perisic con un tap-in sigla il 2-1. Al 41′ Icardi penetra in area sul lato destro e conclude: alto di poco.
Nella ripresa l’Empoli prova a gettarsi in avanti alla ricerca del pareggio. Dopo pochi minuti viene ammonito Nagatomo per fallo su Saponara: la conseguente punizione di Mario Rui finisce però alta. Al 10′: fuga di Nagatomo dalla sinistra: il giapponese crossa in area ma la difesa libera proprio a due passi dalla linea. Al 16′: cross di Saponara in area da destra: Maccarone viene atterrato in area ma l’arbitro non assegna la massima punizione. Il ritmo poi progressivamente cala: Mancini fa entrare prima Eder per Jovetic al 63′ e poi Biabiany per Icardi al 66′. Giampaolo risponde mettendo Croce al posto dell’inconsistente Buchel. Al 91′ Pucciarelli segna ma in fuorigioco. Si chiude qui: l’Inter vince ma non convince appieno: per l’Empoli una sconfitta a testa alta. Handanovic, ammonito per perdita di tempo, salterà la gara di Reggio Emilia. E’ una defezione di poco conto perchè ormai l’obiettivo minimo stagionale è raggiunto: ora si pensa già alla prossima stagione.  L’Empoli ha giocato la sua onesta partita e a tratti ha creato più di un brivido al più quotato avversario: nonostante l’involuzione della sua squadra (14 punti nel girone di ritorno contro i 29 di andata)  Giampaolo può dirsi soddisfatto della stagione disputata. Alla fine applauso collettivo della tifoseria nerazzurra e bandiere sventolate dei tifosi empolesi, evidentemente contenti della prova dei loro beniamini.

Inter: Handanovic, Jesus, Kongdobia,Miranda, D’Ambrosio, Perisic,(92′ Medel), Nagatomo, Brozovic, Melo, Icardi,(66’Biabiany),Jovetic(63’Eder).
A disposizione: Carrizo, Berni, Palacio, Telles, Santon, Ljajic, Gnoukuri.
Allenatore: Mancini
Empoli: Pelagotti, Zambelli,(81’Bittante), Saponara, Maccarone, Costa, Zielinski,(81’Maiello), Pucciarelli, Rui, Tonelli, Paredes, Buchel 69’Croce).
A disposizione: Pugliesi, Giacomel, Diousse, Fantacci, Cosic, Camporese, Krunic, Ariaudo, Tchanturia.
Allenatore:Giampaolo
Arbitro: Di Bello di Brindisi
Marcatori: Icardi al 10′-Pucciarelli al 37′-Perisic al 40′
Ammoniti: Buchel, Nagatomo, Handanovic
Recuperi: 0’+4′

MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,