Italia, ancora latitante la maglia 10. Conte non assegna il prestigioso numero

Pubblicato il autore: Emiliano Rota Segui

totti italia

Arriva il primo test match per gli azzurri in vista di Euro 2016 in Francia. Anche nell’amichevole contro la Scozia gli Azzurri giocheranno senza numero 10, agli Europei invece potrebbe indossarlo uno tra Insigne e Bernardeschi.
C’era una volta l’Italia di Baggio, Totti, Del Piero, Antognoni e Rivera in cui era quasi necessario tirare a sorte per assegnare la maglia numero 10 e non scontentare nessuno.
Oggi invece, come peraltro accade ormai da quattro partite, contro la Scozia nessun giocatore indosserà la casacca azzurra più ambita. Segnale chiaro di come in questa Nazionale la fantasia non sia proprio di casa.
In tal senso, ovviamente, l’infortunio che ha tagliato fuori Verratti ha ulteriormente complicato le cose per Conte che però nella conferenza della vigilia ha preferito scherzare sul rebus 10: “Il numero 10 sono io… “.

Il Ct, poi, invece si fa serio e ammette: “Assegnare la maglia numero 10 sarebbe stato un indizio“. Indizio che avrebbe di fatto certificato la promozione tra i 23 per Euro 2016 di uno tra Insigne e Bernardeschi.
Sono infatti loro due i favoriti per indossare la maglia del fantasista in terra di Francia anche se oggi, contro la Scozia, vestiranno rispettivamente il numero 20 e il numero 29.
Difficile invece che la scelta alla fine ricada su Immobile sulle cui spalle dovrebbe restare la casacca numero 11. Infine, per quanto riguarda le scelte definitive di Conte, un segnale potrebbe comunque essere arrivato dalla scelta dei numeri di maglia.
Jorginho, centrocampista del Napoli a forte rischio taglio, ha infatti ottenuto la numero 8 che indossa nel club a discapito di Thiago Motta mentre Montolivo invece del consueto 18 stasera avrà la casacca numero 30.
In difesa stando alla numerazione sembrerebbero in risalita le quotazioni di Astori che ha ottenuto la maglia numero 5 mentre lo juventino Rugani si è dovuto accontentare del 25.

Ecco tutti i numeri di maglia per Italia-Scozia:
Portieri: 1 Gianluigi Buffon (Juventus), 14 Federico Marchetti (Lazio), 12 Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain);
Difensori: 5 Davide Astori (Fiorentina), 15 Andrea Barzagli (Juventus), 19 Leonardo Bonucci (Juventus), 3 Giorgio Chiellini (Juventus), 21 Angelo Obinze Ogbonna (West Ham), 25 Daniele Rugani (Juventus);
Esterni: 29 Federico Bernardeschi (Fiorentina), 6 Antonio Candreva (Lazio), 4 Matteo Darmian (Manchester United), 2 Mattia De Sciglio (Milan), 22 Stephan El Shaarawy (Roma), 26 Davide Zappacosta (Torino);
Centrocampisti: 13 Marco Benassi (Torino), 28 Giacomo Bonaventura (Milan), 16 Daniele De Rossi (Roma), 24 Alessandro Florenzi (Roma), 23 Emanuele Giaccherini (Bologna), 8 Jorge Luiz Jorginho (Napoli), 30 Riccardo Montolivo (Milan), 32 Thiago Motta (Paris Saint Germain), 18 Marco Parolo (Lazio), 27 Stefano Sturaro (Juventus);
Attaccanti: 17 Citadin Martins Eder (Inter), 11 Ciro Immobile (Torino), 20 Lorenzo Insigne (Napoli), 9 Graziano Pellè (Southampton), 7 Simone Zaza (Juventus).

Mister Conte diramerà la convocazione solamente martedì. La partita di stasera sarà quindi fondamentale per carpire le ultime indicazioni dai giocatori coma ha dichiarato il Ct nella conferenza di ieri:
Il senso di questa partita è avere delle verifiche su quello che stiamo facendo, sul lavoro degli ultimi giorni. Non ho ancora deciso la formazione . C’è una buona notizia, Thiago Motta e Montolivo da ieri si allenano con noi e hanno svolto lavori supplementari. Sono con noi, ma non penso di rischiarli. De Rossi? Ha questo problema al tendine d’Achille e può destare un po’ di preoccupazione. Con la Scozia giocherà, speriamo possa dare risposte positive“.

  •   
  •  
  •  
  •