La “mossa della coda di gatto maculato”del mago Sabatini

Pubblicato il autore: cdistefano Segui

Sabatini
In una recente dichiarazione riportata dalla Gazzetta dello Sport il DS della Roma Walter Sabatini ha cercato di fare il punto sulla questione cessioni e rinnovi.

Il gioco di prestigio che deve riuscire al “mago” di Trigoria sembra essere quella di tenere tutti i top player in casa e allo stesso tempo riuscire a mantenere in attivo gli utili per la regola del fair play finanziario.

Se le voci insistenti su un possibile corteggiamento di Antonio Conte nei confronti di Nainggolan sono state smentite con forza dallo stesso giocatore in settimana, lo spettro della cessione necessaria di una importante pedina del centrocampo giallorosso come Miralem Pjanic si abbatte ora sul DS che ha dichiarato di voler tentare la “mossa della coda di gatto maculato”.

L’ironia dei tifosi romanisti su Twitter rispetto alla “coda di gatto maculato” di Sabatini, questa mattina ha fatto presto spazio ad una riflessione su cosa esattamente rappresenti questa metafora felina.

Se, come ha dichiarato Sabatini, Szczęsny “costa troppo” ed è già pronto al suo posto il portiere della nazionale brasiliana Allisson, appare chiaro che, per tenere sia il “Ninja” che il “Piccolo Principe”,  il portiere polacco si trovi di fatto già con un piede fuori dal Fulvio Bernardini nonostante il volere del giocatore.

Per blindare Pjanic e Nainggolan si vocifera anche di possibili riduzioni di ingaggio, per esempio per il sempre criticato “Mr. 6 Milioni” De Rossi. Forse la vera mossa della coda di gatto maculato che deve riuscire a Sabatini e quella di fare cassa con i giovani come Sadiq e Sanabria e rifinanziare così anche il ritorno di Benatia che da mesi sta bussando alle porte di Trigoria retwittando con insistenza messaggi di affetto dei tifosi romanisti:

Con il finale al cardiopalmo per la conquista del secondo posto e con lo psicodramma collettivo legato al rinnovo di Totti – che appare ormai un atto dovuto – i tifosi della Roma aspettano di capire il futuro dei loro giocatori migliori e si chiedono come sia possibile che un DS dimissionario e in carica “fino al 30 giugno” possa effettivamente fare il bene della squadra.

  •   
  •  
  •  
  •