Leicester: quando i sogni diventano realtà! Grazie Mr. Ranieri

Pubblicato il autore: Antonio Butera Segui

ranieri-leicester-675
Una squadra che ad inizio stagione i bookmakers davano 1 a 5000, bene chi ha avuto fegato oggi ha vinto la scommessa dei “maiali che volano”. Sudore, sacrificio, spirito di squadra e voglia di vincere. Questi sono stati gli ingredienti segreti utilizzati da Mr. “Tinkerman”. Qual è stato il merito di Mr. Ranieri? Costruire una squadra. Un insieme di uomini che lotta per un unico obiettivo che per caratteristiche ricorda i soldati dell’antica Sparta. Tothenam, Chelsea, Manchester United e City, Arsenal, e Liverpool le squadre più blasonate d’Europa messe dietro da un piccolo grande Leicester. Un gioco corale, dove se da un lato c’è bomber Vardy all’altro troviamo Schmeichel portiere figlio d’arte. Ricorda un po’ la frase dell’opera scritta dal francese Alexandre Dumas “tutti per uno e uno per tutti”. Un gruppo di ragazzi che l’anno precedente aveva scongiurato la retrocessione nelle ultime giornate, adesso si ritrova campione del Regno Unito. Il perché questa storia stia ridando nuova linfa vitale al calcio è facilmente intuibile. Quando tutto sembra segnato da interessi economici, che nel calcio moderno spostano gli equilibri, spunta questa squadra che in sordina inizia a costruire partita dopo partita la vittoria del campionato. Una favola moderna che fa sognare grandi e piccini amanti di questo sport. Adesso vogliamo vederlo in Italia, una volta il campionato più bello del mondo. Mr. Claudio perse uno scudetto con la sua squadra del cuore, la Roma, con il rammarico di aver preso in mano la squadra dopo le prime tre partite. La sua etichetta di eterno secondo, da adesso in avanti sarà cancellata perché adesso è campione d’Inghilterra. In Italia lo scudetto è scontato da 5 anni e si aspetta un miracolo come quello delle Foxes. Il tifoso deve sognare dalla Juve all’Halles Verona tutti devono poter sognare di vincere il tricolore. Non bisogna mai farsi scoraggiare dai fatturati multi milionari dei team avversari. Un momento critico per il calcio nostrano che difficilmente potrà sovvertire questa tendenza alla mediocrità calcistica. Servono nuovi interventi che mirino ad un maggior equilibrio per quanto concerne la suddivisione dei proventi sui diritti televisivi. Lo stato attuale delle cose vede un campionato a senso unico da quando la programmazione e la gestione societaria ha fatto della Juventus l’unico club virtuoso che riesce a far quadrare i conti di bilancio ed allo stesso tempo disporre di una rosa ultra competitiva.  Nel calcio moderno c’è poco tempo per sognare ma eventi “unici” come quello che ha fatto il Leicester in Inghilterra fanno capire come il calcio non sia mai scontato e come del resto ogni partita inizia dallo 0-0. Prima o poi anche in Italia dovrà succedere l’imponderabile come in Inghilterra. In attesa di un miracolo come quello dell’Hellas Verona di Bagnoli trent’anni fa. La speranza che tutto possa cambiare perché l’abitudine stanca e vedere vincere sempre la stessa squadra è monotono e ripetitivo. Servono quelle variabili impazzite (Leicester) che rendono tutto più imprevedibile e meno scontato. Solo una cosa possono gli appassionati di calcio di tutto il mondo: Grazie Mr. Claudio Ranieri!

  •   
  •  
  •  
  •