Serie A, lotta per la salvezza: la classifica e tutte le ipotesi

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

palermo-bandiere
La lotta per la salvezza è quanto mai incandescente. Dopo le sconfitte dell’ultima giornata di campionato del Carpi contro la Juventus a Torino (2 – 0) e dell’Udinese in casa contro i granata del Toro (1 – 5), è migliorata la posizione del Palermo vittorioso in casa contro la Sampdoria (2 – 0).
Ma i rosanero, pur avendo agganciato il Carpi, se il campionato finisse oggi, sarebbero retrocessi in virtù della peggior differenza reti rispetto alla squadra allenata da Castori.
Il Frosinone, pur facendo soffrire il Milan al Meazza, con il pareggio ottenuto ha aggravato ulteriormente la situazione, per cui, ormai, le speranze di salvezza dei ciociari sembrano ridotte al lumicino.
A questo punto per la lotta per la salvezza, saranno determinanti le ultime due giornate di campionato, che vedranno, nel week end tra il 7 e l’8 maggio, il Carpi impegnato in casa contro la Lazio, il Palermo in trasferta al Franchi contro la Fiorentina, l’Udinese a Bergamo contro l’Atalanta e il Frosinone in casa contro il Sassuolo.
L’ultima giornata, poi, vedrà il Palermo impegnato in casa contro l’Hellas Verona, il Frosinone a Napoli contro i partenopei e l’Udinese ed il Carpi contrapposti in uno scontro diretto al Friuli.
Non è stata presa per ora in considerazione la Sampdoria, in quanto, con i suoi 40 punti, sembrerebbe al sicuro, ma vedendo gli incontri che l’attendono, il derby con il Genoa e la trasferta a Torino contro la Juventus, potrebbe correre qualche serio rischio.

Leggi anche:  Dove vedere Cile-Bolivia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Dando un’occhiata alla classifica, vediamo l’Atalanta e il Bologna a 41 punti, la Sampdoria a 40 punti, l’Udinese 38, il Carpi e il Palermo 35, il Frosinone 31 e il già retrocesso Verona 25.
Cominciamo a elaborare le prime ipotesi.
Il Palermo vince a Firenze e in casa contro il Verona e va a 41 punti, il Carpi vince in casa contro la Lazio e fuori contro l’Udinese e va anch’esso a 41 punti, l’Udinese vince a Bergamo contro l’Atalanta e perde con il Carpi e va anch’esso a 41. In questa ipotesi, il Frosinone anche con due vittorie sarebbe retrocesso, arrivando a quota 37 ed entrerebbe in gioco, anche la Sampdoria, mentre Bologna e Atalanta, anche perdendo le ultime due partite, sarebbero salve per il vantaggio negli scontri diretti. La Sampdoria, intanto, per non correre rischi dovrebbe conquistare due punti, ma se ne conquista uno solo, per esempio, pareggio nel derby e sconfitta a Torino, va anch’essa a 41 punti.
Ma che succede se Carpi, Palermo, Udinese e Sampdoria chiudono il campionato tutte a 41 punti? Retrocederebbe l’Udinese per effetto degli scontri diretti.
Altra ipotesi una vittoria a testa: Il Palermo perde a Firenze e vince in casa con l’Hellas. In contemporanea il Carpi perde contro la Lazio e vince contro l’Udinese, l’Udinese vince a Bergamo e perde in casa con il Carpi. Assieme al Frosinone, retrocede il Palermo, che chiude a pari punti, 38, con il Carpi, ma ha una peggiore differenza reti rispetto agli emiliani.
Ancora un’ipotesi, un pareggio e una vittoria a testa. Il Palermo pareggia a Firenze e vince in casa con il Verona, va a 39 punti: I rosanero si salvano e retrocede l’Udinese se il Carpi pareggia con la Lazio e vince con l’Udinese e va pure lui a 39 punti e se l’Udinese non vince la partita con l’Atalanta a Bergamo, restando a 38 punti in caso di sconfitta e andando a 39 in caso di pareggio, ma ugualmente retrocesso per gli scontri diretti. Se, invece, l’Udinese vince a Bergamo e va a 41 punti, retrocede il Palermo sempre assieme al Frosinone.
Poi si può ipotizzare un pareggio per tutti. Il Palermo perde a Firenze e pareggia con il Verona, il Carpi perde contro la Lazio e pareggia contro l’Udinese, allora retrocede il Palermo assieme al Frosinone, se quest’ultimo non vince tutte e due le partite contro il Sassuolo in casa e fuori contro il Napoli. Se le vince retrocedono Palermo e Carpi.
Chiaramente se il Carpi vince tutte e due le partite e il Palermo no, retrocede il Palermo assieme al Frosinone, e viceversa, se è il Palermo a vincerle tutte e due e il Carpi no, retrocede il Carpi.
Ricapitolando le ipotesi e le combinazioni sono molteplici. Sarà il campo a decidere la lotta per la salvezza, sperando che in queste ultime giornate non avvengano episodi dubbi che possano suscitare polemiche o perplessità come avvenuto nella partita Carpi Empoli del 25 aprile.
I tifosi rosanero, rincuorati dalle recenti prestazioni del Palermo, hanno riacquistato fiducia nella permanenza in serie A. Ma se così non dovesse essere, sarebbero inutili i processi e la ricerca delle colpe. Sarebbe importante, invece, fare tesoro dell’esperienza e non ripetere in futuro gli errori commessi già due volte in quattro anni.

  •   
  •  
  •  
  •