Maradona, Platini, Baggio, Totti, Zidane, Cassano, Sneijder, Messi: quale il vostro assistman preferito?

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

Juventus FC v FC Internazionale Milano - Serie A
Potremmo elencare molti altri giocatori, del passato e del presente, che hanno reso il gesto dell’assist quello di un artista, ma aspettiamo che lo facciate voi, secondo i vostri gusti, secondo le emozioni che vi hanno regalato certi giocatori. Tra i nomi che abbiamo fatto, colpisce quello di Cassano, giocatore su cui, soprattutto in passato, si è scritto tantissimo, su come sarebbe stato più decisivo se avesse avuto più testa e se non l’avesse usata, come sosteneva facessero i giocatori il grande e compianto Boskov, solo per portare il cappello. Maradona, Baggio o Zidane, hanno regalato più emozioni e vittorie ai propri tifosi, Messi e Ronaldo hanno vinto tantissimo, ma se ci soffermiamo solo su questo poetico e certosino gesto tecnico, scopriamo che Cassano e Totti non sono secondi a nessuno; e anche Sneijder, come sanno bene gli interisti e gli olandesi, ha fatto dell’assist il centro del suo veloce e creativo gioco. Non è una questione di numeri, non vogliamo sapere chi è stato e è il miglior assistman per numero di assist, ma il più bello da vedere, il più emozionante, il più improbabile, il più elegante, il più creativo. Il gol è tutto nel calcio, segnare in un campetto di periferia o ai mondiali è la stessa cosa, come sanno tutti coloro che hanno giocato o giocano a calcio in qualsiasi campo e torneo, difficile da spiegare l’emozione che regala a chi lo fa: tutti ne hanno scritto, ma troviamo difficile darne la definizione più giusta, anche scegliendo tra quelle date dai giornalisti più bravi, dagli stessi calciatori, da intellettuali amanti del calcio. Il gol è il fine, lo scopo, l’essenza del calcio, ma qual è il gesto che precede di pochissimo questa incredibile emozione? E’ l’assist, che sia un lancio di quaranta metri o un passaggio millimetrico in area di rigore, è attraverso di esso che si arriva al gol; anche le azioni che sembrano individuali, hanno dietro di loro un assist che le ha ispirate. Mancini per Vialli, Baggio e Cassano per tanti, Zidane per Treseguet e Ronaldo, Maradona per il mondo intero, sono alcune coppie che hanno fatto sognare tutti noi. Sneijder forse non è bravo quanto lo è stato Zidane, ma gli interisti se lo ricorderanno a lungo, i suoi lanci, i suoi assist per Pandev, Eto’o e Milito, sono tutti nei loro cuori: la sua rapidità di pensiero e la sua precisione hanno contribuito a creare una squadra fortissima che spesso girava secondo i suoi ritmi. Cassano, come dicevamo, aveva i mezzi per meritarsi il Real Madrid, ma anche se non ha sfruttato a pieno le sue potenzialità, chi ama il calcio, non può non ammirare il suo tocco di palla, soprattutto quando invita il suo centravanti a segnare, quando si dedica a ciò che gli riesce meglio, un elegante e raffinato assist, che sembra fatto con le mani. Che dire di Maradona o di Zidane, o di Baggio, sono giocatori che avevano la possibilità di segnare quando volevano, ma facevano anche assist, tali da mettere in imbarazzo coloro che li ricevevano: puoi solo buttarla dentro, a te. Talento sopraffino al servizio della squadra, questo è l’assistman, vero artista capace di rendere spettacolare e imprevedibile il gioco del calcio.

Leggi anche:  Inter, niente paura per Lukaku, l'attaccante allontana il City
  •   
  •  
  •  
  •