Mario Mandzukic: “Se sono venuto alla Juventus è merito di Allegri”

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Mario Mandzukic
attaccante croato della Juventus, questo pomeriggio ha parlato ai microfoni di Sky e Mediaset, rilasciando alcune dichiarazioni interessanti, Mandzukic arrivato in questa stagione a Torino ha parlato del suo arrivo e del suo rapporto speciale con mister Allegri. Queste le dichiarazioni del croato:
“Sono venuto alla Juventus soprattutto per Allegri, mi  ha voluto fortemente, il tecnico è stato uno dei motivi principali della mia scelta. All’inizio abbiamo avuto bisogno di un po’ di tempo per conoscerci. Ero in una nuova squadra e non conoscevo bene Allegri. Non avevo mai lavorato con lui, poi le cose sono cambiate. Ci è voluto poco però, per conoscerci e capirci sempre meglio. Ora ci intendiamo alla perfezione. È una grandissima persona e, per me, questa è una qualità importante. Adoro parlare con lui, scherziamo spesso. Come allenatore? Ottimo, di calcio sa tantissimo. Abbiamo davvero un rapporto super”.

Leggi anche:  Dove vedere Ucraina-Macedonia del Nord: streaming e diretta tv in chiaro RAI?

La sua intervista si sposta poi sulla delusione più grande della stagione, l’eliminazione in Champions della Juventus da parte del Bayern Monaco, Mandzukic in merito ha dichiarato: “Abbiamo giocato bene quest’anno in Europa, ma ci vuole anche fortuna. Lo si può notare da come siamo usciti dalla competizione, sono i piccoli dettagli che fanno la differenza. Sfortunatamente non siamo riusciti ad andare avanti in questa stagione, ma la cosa positiva è che da questo possiamo imparare per migliorare la prossima volta”.

Conclude Mario Mandzukic, parlando della finale di Coppa Italia contro il Milan, gara che si disputerà a Roma il 21 Maggio: “Non avere il giusto approccio per gare come questa rende tutto difficile. Dobbiamo prepararci a dovere per questa partita, non dobbiamo pensare di essere i favoriti. D’altro canto è una finale di coppa, un match secco, e dobbiamo mostrare il giusto rispetto verso il Milan. Se saremo concentrati, avremo più chance di ottenere ciò che vogliamo: la vittoria. Per me la cosa più importante è che la squadra vinca, non tanto quanto possa raggiungere io a livello personale. Il fatto che siamo riusciti a recuperare dopo un inizio difficile è ciò che più conta. Ogni gol è naturalmente importante, a prescindere da chi lo segna”.

  •   
  •  
  •  
  •