Milano come Madrid: serata da Champions alla Scala del calcio

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

san-siro2


Alla fine siamo arrivati alla partita della stagione, questa sera lo stadio Giuseppe Meazza di Milano si trasforma nella Scala del calcio, cosi da ospitare la finale di Champions League tra Atletico Madrid e Real Madrid. Milano come Madrid, si direbbe. Il capoluogo lombardo in queste ore ha accolto i tifosi delle due squadre, in attesa della finale di questa sera, un remake della finale di Lisbona 2014, che vide contrapposte le stesse squadre che questa sera calcheranno il prato del San Siro. Real Madrid e Atletico Madrid in comune hanno solo la città di partenza, Madrid, e quella finale, Milano, in mezzo ciò che li caratterizza e li divide, ma comunque accomunati dalla voglia di vincere. Due modelli di gioco a confronto, due stili di vita contrapposti, due sistemi per affrontare e interpretare il calcio, due parti cosi diverse della stessa città (il Real istituzionale contro l’Atletico popolare), una città che sogna, Madrid, e un’altra che si vede trasformata, Milano, visto che per una notte non penserà ai guai in cui versano Milan e Inter.

Vincere o perdere, questa è l’unica differenza: Zinedine Zidane in bilico per una possibile riconferma nella prossima stagione sulla panchina del Real, Diego Simeone con lo spettro della finale di due stagioni fa. Real e Atletico si affrontano due anni dopo la finale di Lisbona, con tante differenze in campo. I Blancos portano in campo 5 giocatori diversi: Navas, Marcelo, Pepe, Casemiro e Kroos al posto di Casillas, Coentrao, Varane, Khedira e Di Maria. Anche la squadra di Simeone cambia pelle: Oblak per Courtois, Gimenez per Miranda, Augusto per Thiago e Saul per Raul Garcia; senza dimenticare un attacco completamente nuovo con Griezmann e Torres per Diego Costa e Villa. Il Real punterà tutto sul palleggio e sulla caratura tecnica dei suoi uomini, il Cholo invece su corsa, sacrificio e umiltà. Due universi che questa sera si scontreranno per scrivere in cielo un altro pezzo di storia di questo strano sport. E se Cristiano Ronaldo è alla ricerca del suo record personale, Griezmann cerca la definitiva consacrazione. Se il Real Madrid tutto cerca la sua undicesima Coppa dalle grandi orecchie, l’Atletico vuole mettere la firma su un pezzo di storia calcistica moderna. Staremo a vedere quale sarà il verdetto del campo.

  •   
  •  
  •  
  •