Quagliarella: “Con il Palermo abbiamo sottovalutato l’impegno, ci dobbiamo riscattare nel derby”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Fabio Quagliarella
L’attaccante blucerchiato, Fabio Quagliarella, ha rilasciato una bella intervista al Secolo XIX, ritornando sulla sconfitta con il Palermo ma, soprattutto ,soffermandosi sull’ormai prossimo derby della Lanterna.

Ecco le sue parole: “Spero di entrare anche in questa storia, le mie esperienze del derby di Genova finora sono televisive. Per un appassionato di calcio penso sia una delle partite più belle da vedere: per coreografia, ambiente e per la passione che si respira. Per i tifosi delle due squadre è la partita dell’anno, me lo immaginavo già ma ne ho avuto la conferma in questi giorni. In città non si parla d’altro. Se consideriamo l’ultimo turno è logico e giusto dire che i favoriti sono loro. Non so se gli fa piacere. A Palermo è stato un brutto pomeriggio, forse mentalmente pensavamo che saremmo riusciti a portare a casa un risultato. Quando ci siamo trovati sotto, non siamo più riusciti ad accendere l’interruttore. Abbiamo sottovalutato l’impegno ma non ce lo possiamo permettere. Onestamente non voglio nemmeno prendere in considerazione l’ipotesi che ci salveremo grazie ai risultati negativi delle squadre che ci seguono. Non lo merita la società, non lo meritano i nostri tifosi, come ci ha detto Montella ad inizio settimana, che ci hanno seguiti anche a Palermo. Una tifoseria che ci ha sostenuto per tutta la stagione, senza mai farci mancare affetto ed incoraggiamento. Abbiamo un grosso debito nei loro confronti. Tra i tanti significati del derby, dobbiamo ricordarci pure questo aspetto. Lo spirito diventa un valore aggiunto. Con il Torino abbiamo battuto la Juvenstus che vinse scudetto e Coppa Italia e andò in finale di Champions. È una di quelle partite che premia il senso di appartenenza, l’assunzione di responsabilità. Mi aspetto una partita ruvida, maschia ma corretta. Va bene l’agonismo, va bene la grinta, ma sono sicurissimo che la Sampdoria se la giocherà anche sotto questo profilo. Però ricordiamoci che ci stanno guardando tanti bambini e che dobbiamo essere un esempio per loro“.

Leggi anche:  Final Six, Roma-Atalanta: streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere campionato Primavera 1

Com’era prevedibile, dalle parole dell’attaccante doriano, si può ben intuire la volontà di dare il meglio di sè nella 112° stracittadina genovese, ma su questo c’erano pochi dubbi. Difatti, dal suo ritorno con la casacca blucerchiata, l’ex Torino ha sempre dimostrato di mettere in campo cuore e grinta, senza mai risparmiarsi. L’augurio dei supporters doriani è quello di poter magari festeggiare proprio un suo goal, magari sotto la Sud.

  •   
  •  
  •  
  •