Rinnovo TOTTI: è fatta, ecco il supercontratto

Pubblicato il autore: Primo Anselmi Segui
totti2

Rinnovo Totti: ora è ad un passo!


Rinnovo Totti:
sembrava impossibile fino a qualche giorno fa ma adesso il sogno di migliaia di tifosi giallorossi e dello stesso capitano romanista sembra essere ad un passo.
Le prestazioni del capitano giallorosso, le proteste  e le polemiche dei tifosi giallorossi hanno convinto (o forse costretto) Sabatini e Pallotta a rinnovare il contratto del numero dieci.
“Totti si è meritato il rinnovo” ha detto Sabatini durante una conferenza in Umbria “ero contrario al rinnovo di Francesco perché volevo un dirigente giovane e non un calciatore vecchio; nonostante questo Totti in campo ha fatto qualcosa di sovrannaturale e il rinnovo è il minimo che la società giallorossa poteva offrirgli”.
I numeri di Totti infatti non lasciano molti dubbi su quanto il capitano si sia meritato il rinnovo contrattuale per un altro anno di calcio giocato: 11 presenze e 5 gol, di cui 4 nelle ultime 4 presenze.
Totti, a quasi 40 anni è riuscito anche a buttare giù un altro record, diventando il calciatore con la migliore media realizzativa d’ Europa (un gol ogni 66 minuti) meglio di gente come Ibrahimovic, Benzema, Lewandowsky e Suarez.
Il nuovo contratto, che prevede un anno di rinnovo da calciatore e ben sei da dirigente, parla di un drastico abbassamento dello stipendio (voluto o comunque non respinto dal capitano giallorosso) che passerà da 3,5 a 1 milioni netto a stagione.
L’ annuncio ufficiale non arriverà subito; la società vuole creare un grande evento mediatico probabilmente a fine stagione, in pieno stile americano (l’ annuncio arriverà probabilmente in contemporanea con un viaggio programmato da James Pallotta a Roma verso fine Maggio inizio Giugno).
Niente pianti e lacrime dunque per l’ultima, che non sarà l’ ultima, partita del capitano giallorosso all’ Olimpico contro il Chievo. Proprio contro il Chievo, se dovesse scendere in campo, firmerebbe la sua 600° presenza in Serie A. Chapeau Capitano.

  •   
  •  
  •  
  •