Roma – Sabatini. E se l’addio non ci fosse?

Pubblicato il autore: lorenzo caruso Segui

Walter-Sabatini-Roma


Allora, è il caso di fare un piccolo passo indietro nel tempo. Non molto lungo a dire il vero. Vi dice qualcosa il giorno 13 Gennaio 2016? Probabilmente no. Forse i tifosi romanisti più attenti, facendo un attimo mente locale, ricorderanno che tale data è legata alla fine dell’era Rudi Garcia sulla panchina della squadra giallorossa, infatti, poco più di 4 mesi fa il tecnico transalpino veniva sollevato dal proprio incarico.
Nei giorni seguenti alla dipartita di Garcia, si intensificavano le voci nell’ambiente romano riguardo Walter Sabatini, dirigente sportivo dei capitolini. Anche per lui si prospettava un imminente futuro lontano da Roma, nonostante il proprio contratto terminasse naturalmente alla fine della stagione 2016/17. Alla base della possibile partenza di Sabatini vi era proprio l’esonero di Garcia, allenatore fortemente voluto dal dirigente nato a Marsciano. In questi mesi si sono susseguite più e più voci riguardo quella che sarebbe stata la prossima esperienza lavorativa, dato che, a dirla tutta, in pochi pensavano che i destini di Roma e del proprio dirigente potessero ancora viaggiare sulla stessa retta. I rumors riguardo un possibile nuovo incarico al Bologna diventavano sempre più forti ed insistenti tanto che, molti giornalisti davano praticamente per fatto l’accordo tra gli emiliani e Sabatini già dai giorni successivi alla fine del campionato di Serie A. E invece? Invece, a quanto pare, stando alle ultime novità che arrivano direttamente da Trigoria, centro operativo della Roma, il Presidente James Pallotta avrebbe intensificato le chiamate a Walter Sabatini, esprimendo il proprio piacere nel continuare il lavoro insieme per una nuova stagione, nonostante fosse stato proprio lo stesso dirigente a voler lasciare il progetto dopo il fallimento con Garcia.
Insomma, Sabatini a quanto pare ci ripensa e a darci conferma riguardo il fatto che molto probabilmente lo rivedremo tra gli uffici di Trigoria, arriva direttamente dall’Emilia-Romagna l’indiscrezione secondo la quale, dopo aver terminato il proprio rapporto con Pantaleo Corvino, gli emiliani avrebbero pressoché già trovato un accordo con Riccardo Bigon, pronto a subentrare e a dare inizio al mercato del Bologna.
Tra le altre cose, Sabatini sembra aver stretto negli ultimi tempi anche un ottimo rapporto con l’allenatore attuale dei giallorossi, Luciano Spalletti, con il quale sembra condividere l’idea del prossimo calciomercato, più improntato, almeno stando alle dichiarazioni, ad acquistare, che a vendere i pezzi pregiati (anche se in quest’ottica, sembra difficile che la Roma possa tenere effettivamente tutti i suoi big. Tra l’altro nelle ultime ore rimbalza l’ipotesi di una cessione di Rudiger al Chelsea).
Conoscendo la grande professionalità del soggetto, non ci stupiamo ma tra le altre cose, appare quantomeno inusuale che un dirigente prossimo alla partenza sia così attivo sul mercato, va ricordato infatti che la Roma ha di fatto già in tasca il talento brasiliano Gerson (ufficializzato nei primi giorni del 2016) ed il portiere della nazionale verdeoro Alisson. Insomma, mica male per uno che se ne deve andare via.
Il futuro per Sabatini sarà dunque probabilmente ancora a tinte giallorosse, resterà da capire se il dirigente italiano, probabilmente, più talentuoso nello scovare giovani talenti, riuscirà nell’impresa di tenere nella capitale i pilastri della squadra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lazio Bologna Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro Sky o Sportitalia?