Serie B, anche il Cagliari prepara la festa

Pubblicato il autore: Nello Simonetti Segui

Calciomercato Cagliari

Sembra un sortilegio. Ogni volta che l’agognato addio alla serie B sembra a portata di mano, qualche incidente di percorso costringe a rimandare la festa. Per il Cagliari la scena si è ripetuta anche sabato pomeriggio, quando al Sant’Elia, pur in vantaggio di due reti contro il disperato Livorno di Gelain, gli uomini di Rastelli si sono fatti incredibilmente rimontare, complice l’inferiorità numerica causata dall’espulsione di Gianni Munari, dai toscani. Un pareggio amarissimo, non tanto per il pericolo fin troppo lontano dalla realtà di mettere a repentaglio una promozione ormai ampiamente acquisita, quanto per il fastidio di dover posticipare ulteriormente una festa che in Sardegna aspettano da troppo tempo. Rastelli ha dato la colpa alla eccessiva pressione avvertita dalla squadra proprio nel momento in cui deve compiere il passo definitivo verso la massima categoria, ma è anche vero che la corazzata rossoblù avrebbe potuto (e forse anche dovuto) chiudere i conti con questa serie B con largo anticipo, sia per la qualità dell’organico, sia per le numerose occasioni sprecate in malo modo soprattutto nell’ultimo periodo. Ora però non è il caso di recriminare, l’esperienza in serie B sta per terminare ed il presidente Giulini sta già pensando a come allestire il prossimo organico in vista della A. Prima però bisogna mettere la parola fine al discorso promozione. Joao Pedro e compagni sono attesi stasera dall’insidiosa trasferta di Bari, contro un avversario in piena lotta per il miglior piazzamento possibile nella griglia play off. Un impegno tutt’altro che agevole per una squadra non esattamente al top della sua condizione. Al San Nicola ci sarà da soffrire, ovviamente anche nella malaugurata ipotesi di una sconfitta nulla sarebbe compromesso (anzi se dovessero verificarsi alcuni risultati addirittura potrebbe arrivare la matematica certezza già in questo turno), ma sarebbe un altro fastidioso rinvio. Gli otto punti di vantaggio a tre giornate dal termine lasciano dormire a Rastelli sonni più che tranquilli. La serie B è destinata a rimanere un ricordo.
Le altre – Sempre interessante in serie B, il discorso legato alla griglia play off. Detto del Bari, fermo al quarto posto in compagnia del Pescara impegnato all’Adriatico nel derby con il disperato Lanciano, c’è curiosità per la gara del Trapani, di scena a Vercelli contro un avversario alla ricerca di punti salvezza. I piemontesi vogliono chiudere il discorso senza passare per i play out, Cosmi non avrà di certo vita facile. Da valutare, sempre in chiave salvezza, l’impegno del Latina, ospite allo Scida addobbato a festa di un Crotone reduce da una settimana di festeggiamenti. Chiappini spera che lo spumante possa alleggerire la furia dei padroni di casa. Anche il Livorno, confortato dal punticino strappato a Cagliari confida nella grande differenza di motivazioni con il Perugia ormai fuori da ogni discorso. La sfida più delicata è senz’altro quella di Salerno, dove i granata ospitano il Modena in un autentico spareggio per la permanenza in serie B. Chi vince potrà addirittura sperare nella salvezza diretta. Chiudono il quadro Avellino – Como, Ternana – Cesena, Vicenza – Entella, interessante incrocio tra chi cerca punti salvezza e chi aspira ai play off, e Spezia – Brescia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, Eriksen addio a gennaio: sul danese arriva l'Arsenal
Tags: ,