Stefano Capozucca: “Lapadula? La serie A è diversa dalla B”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

lapadula-pescara-serieb

Un solo anno di purgatorio per il Cagliari dopo la retrocessione della passata stagione. I sardi sono tornati nella massima serie da alcune settimane grazie all’ottimo lavoro di Stefano Capozucca, dello staff, del Presidente, ma soprattutto grazie alla squadra che dopo qualche difficoltà manifestata in primavera ha saputo reagire. Stefano Capozucca ha però ancora un obiettivo con il suo Cagliari, ovvero la vittoria del campionato. Ultimo turno di campionato nelle prossime ore per la serie B, il ds dei sardi Stefano Capozucca ha così analizzato il momento ai microfoni di Tuttomercatoweb:Manca ancora una partita, ci dirà se arriveremo primi o secondi. Il bilancio, comunque, è positivo. L’andata è stata fantastica, nel girone di ritorno abbiamo avuto qualche difficoltà, c’è presa un po’ di ansia, forse un po’ troppa preoccupazione, ma alla fine l’obiettivo è stato raggiunto”.

Leggi anche:  Europei, Guidolin alla GdS: "I gallesi sono gentili"

Stefano Capozucca ha parlato del campionato che sta volgendo al termine indicando le sorprese: “La vera sorpresa è il Crotone. Ad inizio campionato avevo previsto che noi e il Bari, che s’è sempre un po’ nascosto, potessimo essere le squadre favorite insieme al Cesena. Si poteva pensare a qualche sorpresa come il Pescara, invece ha fatto molto bene il Crotone che ha meritato sul campo tutto ciò che ha fatto. Il Trapani poi è un’altra sorpresa. Una società guidata da una persona seria stimata nel mondo del calcio e industriale e che ha con sè due persone a cui mi sento legato: Serse Cosmi che ci mette passione in quello che fa e Daniele Faggiano, giovane direttore sportivo che sta facendo molto bene e ricopre la carica con una passione che ricorda me a Varese perché fa praticamente tutto in società“.
A proposito della squadra di Cosmi e del Bari che si affronteranno questa sera, il ds del Cagliari si è così espresso: “Bari è una piazza molto calorosa, noi abbiamo giocato davanti a più di trentamila persone. Però il Trapani sa delle difficoltà che dovrà affrontare e non credo abbia paura

Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Argentina-Paraguay in tv e in streaming, Copa America 3^ giornata

Tra pochi mesi inizierà il campionato di serie A: il Cagliari si appresta a recitare il ruolo della protagonista visti i progetti della presidenza ad iniziare dalla costruzione del nuovo stadio. Capozucca frena però gli entusiasmi: “Vedremo la prossima settimana, quando valuteremo serenamente con presidente e allenatore. Fare dei nomi non è corretto, i ragazzi meritano elogi per il campionato fatto e parlare di mercato e conferme non sarebbe rispettoso. Sicuramente, come tutte le neopromosse, l’obiettivo sarà mantenere la categoria“. Un ultimo commento Capozucca l’ha espresso nei confronti del capocannoniere del campionato Lapadula. La punta del Pescara è entrato nel mirino di Juventus, Napoli, Leicester, Genoa e Marsiglia. I rossoblù al momento sembrano i favoriti per acquisire il giocatore. Il ds del Cagliari però  vola basso nei confronti dell’attaccante: “In serie B ha dimostrato grande valore e fiuto del gol. La serie A però è un campionato completamente diverso con difficoltà maggiori. Merita il salto di categoria, poi dovrà meritare di starci. Il compito, in A, sarà più difficile. Toccherà a lui“.

Leggi anche:  Zhang conferma tutta la dirigenza: Marotta e Ausilio fino al 2024

 

 

  •   
  •  
  •  
  •