Suicidio Ajax, Psv campione d’Olanda: è il 23° trionfo in Eredivisie per la squadra di Eindhoven

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

psv
Il Psv Eindhoven è campione d’Olanda per la 23ª volta nella sua storia.
La squadra di Phillip Cocu ha potuto festeggiare il suo secondo titolo consecutivo soltanto al termine dei 90′ dell’ultimo turno di Eredivisie dopo la vittoria per 3-1 sul campo dello Zwolle. E a dare una mano alla squadra della Philips ci ha pensato il Graafschap, squadra penultima in classifica, che ha costretto all’1-1 l’Ajax di Frank De Boer. Perchè prima delle 14.30, prima dell’ultimo turno da disputare sul campo, erano proprio i lancieri i favoriti alla vittoria del loro 34° titolo.

SFIDA ALLA PARI – Alla vigilia dell’ultimo turno del 127° campionato olandese (il 60° da quando è nata l’Eredivisie) le due squadre più importanti e titolate d’Olanda si trovavano nella stessa posizione in classifica: 81 punti, frutto di 25 vittorie, 6 pareggi e due sole sconfitte in tutto il campionato. Ma a pendere a favore della squadra della capitale era la differenza reti: l’Ajax infatti vantava una differenza di +60 grazie ai 79 gol realizzati e ai 19 subiti, mentre il Psv doveva “solo” accontentarsi di un +54 maturato dopo le 85 reti segnate e le 31 incassate.
Nel pomeriggio di oggi alla squadra di De Boer bastava un successo contro il modesto Graafschap, penultimo in classifica (seconda peggior difesa del torneo con 65 gol incassati in 33 giornate) e costretto agli spareggi, mentre i ragazzi di Cocu dovevano sperare in una vittoria a Zwolle e ad un contemporaneo passo falso dei rivali.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

TUTTA COLPA DI SMEETS – Come da pronostico l’Ajax non si lascia sfuggire l’occasione di ricucirsi lo scudetto sul petto, e chiude i primi 45′ in vantaggioper  1-0 grazie alla rete di Younes al 16′.
A Zwolle il Psv, nonostante le brutte notizie in arrivo dall’altro campo, non molla la presa e chiude il primo tempo addirittura in vantaggio di due gol dopo i gol di Locadia e Dejong  negli ultimi sette minuti.
Ma in apertura di ripresa arriva una notizia da Graafschap: i padroni di casa, che non hanno più nulla da chiedere alla regular season, trovano il gol del pareggio al 55′ con Smeets, che quest’anno non aveva ancora trovato il gol.
La vetta della classifica ora si è ribaltata, e al gol dello Zwolle di Bouy al 66′ che accorcia le distanze risponde appena un minuto dopo ancora De Jong.
L’Eredivisie si chiude quindi con il suicidio dell’Ajax e il trionfo dei “boeren” (i contadini) di Eindhoven, che terranno lontano dalla capitale lo scudetto almeno per un altro anno.

  •   
  •  
  •  
  •