Valentino Rossi omaggia Totti su Facebook: “Assist magico”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui


blogdimotori_c9247c0729226726cac0ad2da9c41f9e-640x357

Valentino Rossi rende omaggio a Francesco Totti, il campione della Roma che, nella partita contro il Chievo, ha tagliato il traguardo delle 600 presenze in serie A. Rossi ha mostrato tutta la sua ammirazione per il capitano della Roma con un post sui suoi profili social: “L’assist di Totti è pura magia. Spero di vederlo giocare anche l’anno prossimo”, ha scritto il pilota della Yamaha.
Questo dialogo fra campioni ha molto divertito gli amanti dei social, che si sono affrettati a fare i complimenti a Rossi per il gentile pensiero e hanno spronato Totti a continuare a stupire con i suoi gol e i suoi assist vincenti.

In fin dei conti, non è la prima volta che Valentino esprime il suo tifo per il capitano giallorosso. Dopo la doppietta di Totti nella gara contro il Torino, i due si erano già scambiati messaggi di stima. La notizia della doppietta del bomber giallorosso ha emozionato anche Valentino Rossi, che nonostante la fede nerazzurra, ammise la sua forte ammirazione nei confronti di Totti, rilasciando una simpatica intervista a La Gazzetta dello Sport’: “Totti? Uno spettacolo. Quando lo vedo giocare, io mi gaso. Se posso dirlo, lo sento come fosse un mio amico”.

Entrambi “grandi vecchi” nei rispettivi sport, Valentino ha sempre sostenuto di trovare grandi motivazioni personali quando vede in campo Totti: “Forse perché siamo “vecchi” uguali, cioè, non proprio così vecchi dai! Totti è uno che seguo da sempre, il tifo per una squadra questa volta non c’entra nulla. Quando guardo lo sport in tv, mi piace guardare lui, come mi piace molto guardare Federer. Se ce la fanno loro allora posso farcela pure io, mi dico spesso. Sono i miei punti di riferimento. Spero continui anche il prossimo anno“.

Francesco Totti e Valentino Rossi: due grandi campioni che danno lustro allo sport italiano. A conferma che l’esperienza, la classe e la correttezza professionale, pagano sempre. Certo, di errori ne hanno commessi anche loro, durante una carriera davvero lunga e prestigiosa, ma anche ricca di momenti bui e difficili. Ma la profonda onestà di questi due fuoriclasse ha sempre trionfato su tutto e tutti.

In barba alle critiche, alle gelosie di chi non ammette che due persone possano avere un successo così grande. Prendete Totti. Un campione che, a volte (per fortuna non sempre), viene ancora fischiato nei campi di tutta Italia da tifosi avversari davvero ingenerosi e poveri di spirito.
Mentre, all’estero, riceve applausi e prime pagine da tutti, indistintamente. E’ successo, recentemente, anche a Madrid, dove Totti è stato omaggiato dal tutto il Bernabeu con un grande applauso al momento del suo ingresso in campo nella gara di Champions League Real Madrid-Roma. Una scena di rara sportività che ha fatto ben presto il giro del mondo.

Gli stessi spettacoli, bellissimi e da pelle d’oca, purtroppo non si vedono sempre in Italia, luogo in cui Totti viene ancora, nonostante l’età di 39 anni e una carriera degna dei vari Maldini, Baggio, Buffon, insultato, contestato e fischiato. Perdona, Francesco, questi poveri di spirito. Non sanno quello che fanno….

  •   
  •  
  •  
  •