Alberto Cavasin: “In vista della gara con la Spagna Zaza e Florenzi potrebbero trovare una maglia dal primo minuto”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

CAVASIN-0029

Alberto Cavasin, ex allenatore di squadre come Lecce, Brescia e Treviso, ha voluto analizzare la sfida di stasera contro l’Irlanda, e quello che sarà l’ottavo di finale, oramai certo, contro la Spagna. “La gara di stasera darà indicazioni importanti perché giocheranno alcuni calciatori che non hanno ancora giocato, ma che potrebbero essere utili nella gara di lunedì. È una gara che conta relativamente, ma che va affrontata con la mente sgombra per evitare di perderla. In vista della gara della Spagna Zaza e Florenzi sono i due giocatori che possono inserirsi fra i titolari, anche Bernardeschi può dare una mano in futuro, ma i titolari danno ampie garanzie. La Spagna concede qualcosa agli avversari quando non riesce ad avere il possesso palla dalla sua e rifiata visto che gioca a ritmi sempre elevatissimi. Non ha una grande difesa nonostante sia una grandissima squadra e con la palla fra i piedi sia una delle squadre più forti al mondo, ma paga le pause. Credo che la Croazia al momento sia la favorita per la vittoria finale e in uno scontro diretto è temibile. La Spagna si adatta meglio la nostro gioco perché possiamo chiuderci e ripartire in velocità mettendoli in difficoltà perché soffrono queste situazioni.  Penso che nessuno al mondo sia bravo come l’Italia a ridurre al nulla gli attacchi avversari, siamo specialisti e i nostri fuoriclasse sono dietro e non certo davanti. Poi l’Italia ha le sue armi per attaccare e far male.

Il Belgio non è riuscito a brillare nella prima, mentre nella seconda ha fatto benino ma ha una grande rosa. Credo che loro come Francia e Germania brilleranno nella seconda fase. La Croazia ha giocatori importanti, titolati che giocano nelle più importanti squadre al mondo. È un campionato Europeo dove si gioca una gara in più rispetto al passato e dove le squadre più titolate adesso non sono al top della forma fisica. Finora non abbiamo visto brillare nessuna squadra, anche lo stesso Galles che rappresenta una sorpresa non è stato entusiasmante. C’è molta tattica, le squadre sono coriacee e attente tanto che nessuna ha preso delle imbarcate finora e chi ha perso l’ha fatto con onore“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Un Maradona Eterno...