Brocchi: l’agente parla del futuro del tecnico rossonero

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Brocchi, attuale allenatore del Milan, aspetta di conoscere il suo futuro


Brocchi aspetta novità
Brocchi
aspetta di sapere se anche l’anno prossimo sarà l’allenatore del Milan.
Il tecnico rossonero, a causa della possibile cessione del club, non è ancora a conoscenza del suo futuro, ovvero se guiderà anche nella prossima stagione la formazione rossonera.
Brocchi, nonostante non abbia raggiunto gli obiettivi prefissati in Serie A e in Coppa Italia, ha la fiducia di Silvio Berlusconi.
Infatti il presidente rossonero ha dichiarato, che in caso di mancata cessione del club, l’incarico sarebbe affidato nuovamente all’attuale allenatore.
Davide Lippi, agente di Brocchi, è intervenuto per parlare del suo assistito.
Il procuratore ha dichiarato: “È molto tranquillo e sereno, al Milan ha fatto il massimo pur sapendo che non era certo semplice. Penso che alla fine qualcosa si sia visto e che la squadra abbia avuto un buon finale di stagione. Laddove il Presidente dovesse chiamarlo e confermargli la fiducia si sente pronto e carico, sta già lavorando con lo staff; laddove non dovesse succedere, si vedrà.”
Momento di attesa per l’ex giocatore e attuale tecnico rossonero, sicuramente ansioso di scoprire cosa gli riservi il futuro.
Con ogni probabilità, in caso di cessione della società milanese, non gli verrà rinnovato il contratto.
Infatti i possibili acquirenti hanno fatto sapere che, nel caso acquistassero la società, punterebbero su un grande nome per il ruolo di allenatore del Milan, con Brocchi che tornerebbe ad allenare la primavera.
Cristian,purtroppo, non ha soddisfatto nessuna delle richieste che gli erano state fatte dal club milanista.
Non è riuscito ad imporre il suo gioco ai suoi calciatori, e non ha raggiunto la qualificazione europea, chiudendo con un deludente settimo posto e perdendo, seppur immeritatamente, la finale di Coppa Italia contro la Juventus.
Da segnalare anche gli evidenti malumori che si erano creati all’interno dello spogliatoio rossonero.
L’episodio che più ha colpito i tifosi è stato quello di Carlos Bacca, che non aveva accettato di essere sostituito durante la partita contro il Carpi, ha abbondato la panchina andando dritto negli spogliatoi.
Il colombiano, nonostante si sia scusato successivamente per il gesto, non aveva mai avuto reazioni negative con il tecnico precedente, Sinisa Mihajlovic, e potrebbe valutare la cessione in caso di una riconferma di Brocchi.
Con l’attuale tecnico del Torino, la squadra sembrava essere coesa e molto rispettosa nei confronti dell’allenatore.
Con Brocchi, invece, i giocatori spesso sono sembrati svogliati e poco concentrati, raccogliendo solo 2 punti su 9 contro le ultime in classifica: contro il Verona perse 2-1, con il Carpi finì 0-0, e contro il Frosinone pareggiò 3-3.
Brocchi è stato criticato anche per l’insistenza nel puntare, senza mai successo, su Mario Balotelli.
Il giocatore italiano, nonostante non fosse in grado di concretizzare le azioni o di aiutare la sua squadra, è sempre stato preferito come compagno di Bacca.
Nonostante Luiz Adriano si sia dimostrato grintoso e combattente, sacrificandosi spesso per la causa rossonera e sia stato anche più decisivo di Mario, raramente ha giocato da titolare, e non ha avuto quasi mai l’occasione di mettersi in mostra.
Nel giro di 2 o 3 settimane la società rossonera dovrebbe confermare l’esito, positivo o negativo, della trattativa con la cordata cinese.
Brocchi, come i tifosi rossoneri, è in attesa di novità sul fronte societario.
L’attesa per sapere chi sarà l’allenatore del Milan la prossima stagione si avvicina alla conclusione.

Leggi anche:  Bologna-Arnautovic c'è l'accordo: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia
  •   
  •  
  •  
  •