Cessione Milan: Berlusconi in ospedale? La trattativa non ne risente, ecco perché…

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui
cessione milan

Fonte: www.tuttosport.it

CESSIONE MILAN – Importanti novità arrivano dall’agenzia Reuters sulle voci che sono circolate in questi ultimi giorni riguardo i rischi che la trattativa per la cessione del Milan alla cordata di cinesi, guidata dall’italo-americano Sal Galatioto, potesse subire delle interferenze a causa del malessere al cuore che ha colpito il presidente Berlusconi, costringendo quest’ultimo al ricovero presso l’ospedale San Raffaele di Milano.

CESSIONE MILAN, IL PERCHE’ LA TRATTATIVA NON RITARDA – Secondo la suddetta agenzia, che riporta una fonte abbastanza vicina alla situazione, la trattativa in corso per il passaggio di proprietà del Milan non rischierebbe di prolungarsi in conseguenza all’assenza del numero uno del club rossonero, in quanto la vicenda è attualmente in mano al settore management di Fininvest e non allo stesso Berlusconi. Il presidente avrà soltanto l’ultima parola in merito all’eventuale conclusione dell’operazione, ma al momento il tutto non dipenderebbe dalle condizioni fisiche del massimo esponente della società rossonera.
Non pare a repentaglio, dunque, una soluzione finale entro la data del 15 giugno, che rappresenta la dead line dell’esclusività a trattare il Milan per il gruppo dei cinesi.
Una buona notizia, questa, per tutti quei tifosi del ‘Diavolo’ che auspicano ormai da parecchio tempo la cessione del Milan affinché si possa nuovamente puntare a vincere in Italia prima, in Europa e nel Mondo dopo.

  •   
  •  
  •  
  •