Cessione Milan, l’affare sembra in dirittura d’arrivo. E Maldini dice la sua.

Pubblicato il autore: Mirko Madau Segui

1N1kH2kSembra ormai tutto pronto per la cessione del 70% delle quote azionarie della società di Silvio Berlusconi, il Milan, in cui è presidente da trent’anni. Ieri 31 Maggio 2016 l’affare era già in dirittura d’arrivo. Affare che, su parere di Berlusconi, guiderà la società Fininvest, società che finanzia la squadra e di proprietà di Berlusconi, in cui lavora la sua figlia maggiore Marina. Berlusconi sembra avere avuto direttamente la proposta di restare ai vertici della società dalla stessa cordata di cinesi che vorrebbero rilevare la società. La cordata di cinesi, secondo quanto stabilito dalle contrattazioni, dovrebbe versare per l’acquisto della società circa 500 milioni di euro, per essere più precisi la cifra si aggirerebbe intorno ai 480 milioni. Nella giornata di ieri 31 Maggio 2016 ad Arcore Berlusconi ha pranzato con i fligli per affrontare il rush finale con cui si dovrebbe concludere. Tra le voci che girano sulla trattativa ce n’è una che riferirebbe la possibile presenza della società produttrice di smartphone Huawei e di Evergrande, società che già controlla il Guangzhou in cui allena Marcello Lippi. Voci comunque non confermate vista la riservatezza delle trattative riferiscono però che farebbero parte della cordata 6 o 7 società. Probabilmente i nomi e società implicati nell’affare si conosceranno dopo la chiusura definitiva.  Fatto sta che in questi ultimi periodi le società cinesi sempre di più si muovono da oltreoceano per trattare acquisti delle squadre europee. Calcio che in Cina sta prendendo il via solo in questi ultimi tempi.
Tra le condizioni dell’accordo abbiamo già ricordato il prezzo fissato per l’acquisto di 500 milioni circa, ricordo però che Berlusconi avrebbe chiesto altri 100 o 200 milioni per investire subito e finanziare le imminenti operazioni di calciomercato. Condizione di clausola che potrebbe far rallentare le trattative facendo perdere, in questo modo, l’esclusiva ai cinesi di acquistare in tutta tranquillità la maggior parte delle quote. Un’altra questione fondamentale sarebbe il ruolo di Adriano Galliani nella nuova gestione societaria. Berlusconi avrebbe consigliato che Galliani possa rimanere nella società come d.s del Milan, ma anche gli acquirenti avrebbero pensato a un cambiamento inserendo un giovane, non si sa ancora a fare da spalla a Galliani che avrebbe più esperienza nel settore, che prenda il posto di Galliani. Berlusconi con i figli e Fininvest ha commentato positivamente la proposta della cessione ritenendola una proposta seria e ponderata, dicendosi sicuro che in futuro si investirà di più sui giovani e sul vivaio che ha molti giovani talentuosi, vedesi Gianluigi Donnarumma. C’è anche la possibilità che Berlusconi, però, decida all’ultimo momento di abbandonare la trattativa e di non vendere oppure che l’affare venga abbandonato direttamente dai cinesi. Berlusconi che riguardo a questa eventualità ha dichiarato che”Ho sempre detto che il mio progetto è quello di un Milan che chiede pazienza da parte di chi ama la maglia rossonera, bisognerà ripartire dai giovani del vivaio, da una squadra compatta che ha fame di vittoria”. Dichiara inoltre che il Milan” dovrà provare a ripetere quanto ha fatto il Leicester, una squadra partita dal basso, che ha investito sui giovani e con investimenti oculati e mirati ha vinto la Premier League da totale sfavorita”. Cessione che potrebbe portare allo sviluppo totale del brand Milan che favorirebbe il calcio in Cina dando possibilità al Paese di organizzare anche un mondiale. Arriva nella giornata di oggi 1 Giugno 2016 la notizia che Berlusconi ha confermato quanto si era già detto, Berlusconi ha accettato la proposta per restare presidente per 2 o 3 anni. Dato che le trattative potrebbero prolungarsi per altre 2 o 3 settimane, all’apertura del calciomercato sarà Galliani a dirigere le operazioni di compravendita per tutto il periodo della cessione. Altre notizie arriveranno nelle prossime ore che chiariranno le varie posizioni e l’andamento della trattativa.

Leggi anche:  Milan Celtic probabili formazioni: Rebic in attacco, Hauge riproposto a sinistra
Immagine che ritrae il presidente del Guangzhou con Adriano Galliani

Immagine che ritrae il presidente del Guangzhou con Adriano Galliani

 

Berlusconi a sinistra e Galliani a destra

Berlusconi a sinistra e Galliani a destra

Durante queste ore concitate anche Maldini si fa sentire. Dopo aver ascoltato l’intervista rilasciata da Maldini pochi giorni fa, Berlusconi riguardo questa situazione dice che Maldini ora è americano, perchè detiene una società in america, società calcistica. Maldini allora in una intervista successiva ribadisce che lui ha sì questa società ma che lui abita in Italia e a cercarlo è sempre stato il Milan, ribadendo inoltre la sua opinione riguardo la situazione  della squadra che non riesce a riconoscere e mancanza di competenze fondamentali. Area tecnica lacunosa, tanto è vero che afferma che Allegri lo chiamava per avere pareri sulla squadra.
Come già detto ulteriori sviluppi saranno comunicati presto.

Paolo Maldini

Paolo Maldini

 

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Milan-Fiorentina: streaming e diretta tv

 

  •   
  •  
  •  
  •