Che Milan con Montella? L’Aeroplanino può far decollare i rossoneri?

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

UDINE, ITALY - NOVEMBER 22:  Head coach  of UC Sampdoria Vincenzo Montella looks on  during the Serie A match between Udinese Calcio and UC Sampdoria at Stadio Friuli on November 22, 2015 in Udine, Italy.  (Photo by Dino Panato/Getty Images)
Con l’ufficialità della nomina di Vincenzino Montella a nuovo allenatore del Milan, entra nel vivo la campagna acquisti e cessioni della squadra rossonera. La nomina di Montella ha avuto il benestare del Presidente Silvio Berlusconi, dei rappresentanti del gruppo cinese che mira ad acquisire l’80% del pacchetto azionario del club Robin Li e Sal Galatioto e dei dirigenti Fininvest e dovrebbe costituire l’ulteriore tassello della rinascita del Milan, cominciata con l’arrivo dell’attaccante ex Pescara Lapadula.

Che Milan con Montella?

Montella ha sempre privilegiato il gioco basato sulla tecnica: scambi veloci e passaggi stretti costituiscono la base della sua filosofia calcistica. Nel suo Milan troverebbe sicuramente posto Franco Vazquez, bravissimo nel creare spazi per la facilità con cui riesce a superare in dribbling l’avversario. Nel modulo di gioco 4-3-1-2 l’argentino potrebbe favorire le finalizzazioni a rete delle punte Lapadula e Bacca. La fila mediana potrebbe essere costituita da Kucka, da Bertolacci e dal sogno Pjaca, il centrocampista croato che si è messo in luce con la sua nazionale negli Europei di Francia. Della retroguardia, con Donnarumma in porta, potrebbero fare parte Abbate e De Sciglio esterni e Romagnoli e Zapata centrali.

Calciomercato Milan: chi farebbe comodo a Montella?

Tanti i nomi in circolazione che avrebbero possibilità concrete di trovare posto nel Milan di Montella. Innanzitutto Leonardo Pavoletti. L’attaccante del Genoa potrebbe essere o una valida alternativa in attacco a Bacca o a Lapadula, oppure trovare collocazione nel 4-3-3, con Vazquez leggermente arretrato. Altri nomi graditi all’”Aeroplanino”, e di cui si fa cenno in questi giorni, sono quelli di Simone Zaza e del romanista Adem Ljajić. Ma chiaramente si tratta di alternative, di cui tenere conto nel caso venisse ceduto Bacca, richiestissimo dall’Atletico Madrid e da altre squadre europee. Rinforzi di centrocampo potrebbero essere Rincon, centrocampista venezuelano del Genoa, duttile mediano capace di giocare anche in difesa e dotato di buona tecnica, Leandro Paredes, trequartista della Roma, giocatore dalla forte personalità e dal tocco felpato e Nenad Tomovic, 28enne difensore serbo della Fiorentina, molto stimato da Montella.
Quelle sopra riportate sono al momento solo voci. Sicuramente non tutte le trattative si perfezioneranno, ma di positivo c’è la fiducia nel futuro che sta rinascendo nei tifosi rossoneri. E sta rinascendo anche per merito di Montella.

  •   
  •  
  •  
  •