Donnarumma fuori dal Milan? nemmeno per scherzo!

Pubblicato il autore: Daniela Segui

donnarummaGianluigi Donnarumma, portiere ormai fuoriclasse del Milan, sta già ricevendo molteplici offerte per entrare in altre squadre. Il calciatore, diciassettenne, rappresenta uno dei tasselli più importanti per i rossoneri e, in fatto di una sua possibile fuoriuscita, il presidente Berlusconi ha ribadito che “non lo venderebbe nemmeno per 80 milioni di euro”. Effettivamente le offerte che “piovono” per lui ultimamente sono tante e tutte rilevanti. Ricordiamo che il portiere è stato “prelevato” dalla primavera quando aveva solo 16 anni e portato prontamente in serie A a difendere una squadra da campionato. 31 Presenze totali in campo in cui il ragazzo classe 1999 ha dato prova di tutto il suo talento. La prima volta fu voluta da Mihajlovic e da allora ha quasi totalmente scalzato il vecchio portiere Lopez. C’è chi scommette su di lui per il prossimo campionato, data l’età ormai avanzata dell’asso Buffon: si tratta soltanto di “voci” non confermate anche se sono in tanti a volere il giovane talento nella nostra nazionale. Mino Raiola, un agente di calciatori tra i più potenti del globo, è pronto a scommettere sul giovane Donnarumma. E’ convinto che le offerte per lui continueranno a aumentare e a salire di prezzo, date le statistiche e le richieste che sta ricevendo. Almeno per oggi è quasi improbabile che Gianluigi lasci l’attuale “posto”, ma nel calcio si sa, la situazione potrebbe ribaltarsi da un giorno all’altro. Donnarumma è entrato nel Milan, ricordiamolo, con la possibilità di acquisire competenze in campo maggiori di quelle che già possedeva. Alto quasi due metri, ha la stoffa giusta per diventare una stella del calcio e la sua esperienza al Milan sicuramente lo ha fatto “crescere” di livello e di esperienza. Data la sua età, nemmeno maggiorenne, è molto più recettivo a apprendere nuove tecniche e mosse strategiche del gioco e la sua attitudine già lo starebbe aiutando in tal senso. Lo dicono gli allenatori, lo conferma il presidente, lo esaltano i tifosi che vedono in lui una luce in un Milan che per troppo tempo si è spento. E’ per questo che Berlusconi, oggi come oggi, non ci pensa neanche minimamente a venderlo: da quello che si ricava, sembra che nemmeno il portiere abbia alcuna voglia di lasciare i suoi compagni. Stessa sorte, in tempi d’oro, ebbe anche Mario Balotelli: appena ventenne aveva già ricevuto tantissime offerte, si era distinto in campo per la sua velocità e bravura; tutti lo volevano, la sua fama aveva varcato ben oltre i confini del nostro bel paese. Fino a quando, scandali personali, performance scarse, una violenta pubalgia, andò anche sotto i ferri, non hanno minato di molto la sua credibilità non solo sportiva. Recente la notizia che Super Mario dovrà giocare per una squadra turca, prontamente smentita da Raiola. Secondo l’esperto infatti il giocatore prestato dal Liverpool dovrà  fare ritorno al “luogo di partenza” e chiudere una trattativa con l’allenatore Jurgen Klopp… Questo vuol dire che il suo addio al Milan ormai è definitivo, e prima di sapere dove effettivamente andrà, bisognerà attendere l’esito di questo atteso colloquio.

  •   
  •  
  •  
  •