Euro 2016, Belgio – Svezia. Ultima incolore per Ibra. Il saluto del C.T. Hamren

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Zlatan IbrahimovicE’ stata un’ultima apparizione con la maglia della sua nazionale incolore quella di ieri sera contro il Belgio dell’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic. Il giocatore più atteso della nazionale svedese ha tradito le attese disputando un campionato europeo al di sotto delle sue possibilità come ha testimoniato la gara di ieri contro il Belgio. Anche nell’ultima partita con la maglia della Svezia Zlatan Ibrahimovic non è riuscito a lasciare il segno così come successo anche nelle altre due precedenti sfide di Francia 2016, contro Irlanda ed Italia. Per Ibrahimovic si tratta quindi di un congedo incolore che, ovviamente, non potrà però cancellare quanto di buono fatto dall’attaccante in questi anni con la maglia della Svezia con la quale ha realizzato 63 reti.  Adesso per Ibrahimovic è arrivato il momento di sciogliere i dubbi sulla sua futura destinazione che molto probabilmente sarà a Manchester, sponda United. La sconfitta di ieri contro il Belgio non soltanto ha rappresentato l’ultimo incontro internazionale di Ibra con la nazionale svedese ma ha segnato un triste record per gli scandinavi che escono dall’Europeo con due sconfitte ed un pareggio ed un solo gol realizzato.  A fine partita il tecnico svedese Hamren ha provato ad analizzare il brutto Europeo della sua squadra spendendo anche parole di ammirazione nei confronti di Zlatan Ibrahimovic.

Le dichiarazioni del Commissario tecnico della Svezia nel post gara.

“Sono molto deluso. Eravamo onorati di rappresentare la Svezia e di essere qui – ha commentato Hamren dopo il match perso uno a zero contro il Belgio  – . Non potevo chiedere di più ai miei giocatori. Sono orgoglioso di loro, anche se abbiamo perso. Mi dispiace per Ibra. La sua carriera con la Svezia avrebbe meritato un finale migliore rispetto a quella che è invece maturata in queste tre partite del campionato europeo. Lo stesso vale per Isaksson e Källström. Anche loro salutano la Nazionale ed anche loro meritano tutta l’ammirazione ed il rispetto per quanto hanno dato alla maglia della Svezia in questi anni. Ci sarà un un nuovo Zlatan ? No, lui è speciale ed unico. Non credo che in un piccolo paese come la Svezia si possa riuscire a trovare un altro giocatore come lui”.
  •   
  •  
  •  
  •