Euro 2016, le parole trionfali degli azzurri. L’Italia adesso può sognare

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Euro 2016, Italia-Spagna: le pagelle dell'incontroLa trionfale vittoria dell’Italia sulla Spagna ha il sapore della vendetta sportiva dopo la cocente delusione di quattro anni fa. La Nazionale di Conte ha saputo in 90 minuti stravolge ogni pronostico facendo fuori le Furie Rosse proseguendo così il cammino europeo che adesso la vedrà di fronte ad un’altra grande potenza del calcio mondiale, la Germania. Tra gli azzurri nel post partita di Parigi grande entusiasmo e gioia per un risultato che probabilmente nessuno di sarebbe aspettato di ottenere.

Le parole di Giorgio Chiellini rilasciate a Sport Mediaset.

” Noi stavamo bene, avevamo qualcosa dentro, volevamo la rivincita dopo tanti anni di dominio loro.Abbiamo meritato di vincere – continua il difensore – dovevamo chiuderla prima. Nell’ultimo quarto d’ora abbiamo sofferto, ma per fortuna c’è Gigi che è un santo e ci ha protetti. Abbiamo dimostrato a tutti che l’Italia non è solo difesa e contropiede, abbiamo pregi e difetti, ma l’importante è mantenere l’umiltà, se stiamo tutti uniti possiamo battere chiunque. Oggi ci siamo tolti qualche bel sassolone dalla scarpa, loro erano la nostra bestia nera. Ci godiamo stasera come è giusto che sia, ma manca ancora tanto, pensiamo di partita in partita, ora arriva il bello”.

Sulla sfida contro i tedeschi il difensore della Juventus ha le idee chiare.

“Loro hanno i favori del pronostico, ci hanno dato una bella mazzolata a marzo, per batterli dovremo fare qualcosa di straordinario, non basterà quello che abbiamo fatto stasera. In cinque giorni incontriamo le due nazionali più forti del mondo – ha continuato l’azzurro – ma come dice il mister l’ordinario non ci basta per riuscire a vincere, dovremo fare qualcosa di straordinario”.

Tra i più positivi della gara contro la Spagna ancora una volta è stato il centrocampista Emanuele Giaccherini, simbolo dell’Italia “operaia”

Le parole di Giaccherini

“Avevamo preparato la partita nei minimi dettagli, il Mister ci ha dato tutte le nozioni per affrontare una delle squadre più forti del mondo, abbiamo avuto tante occasioni e potevamo anche chiuderla prima”. “Oggi il discorso pre-partita l’ho fatto io – ha confessato l’azzurro – ho detto ai miei compagni che per vincere oggi bisognava mettere in campo tanto cuore. Lo abbiamo fatto e si è visto”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: